Vendita Manipolativa e Vendita Empatica: Differenze

https://www.tradingfurbo.net/vendita/vendita-manipolativa-empatica/

Al giorno d’oggi non è un problema produrre.

Qualsiasi idea può essere materializzata in poco tempo grazie alla tecnologia.

C’è un eccesso di prodotto e il problema delle aziende è vendere.

Ma mettiamoci per un attimo nei panni dell’acquirente.

Ogni giorno vede decine di rappresentanti che decantano le qualità dei loro meravigliosi prodotti e che sfruttano la loro maestria per persuadere il cliente a fare l’ordine.

E’ dimostrato: ci sono delle tecniche di vendita, alcune segrete e addirittura non etiche che consentono ai venditori che le mettono in atto di ottenere risultati migliori a parità di qualità di prodotto o servizio.

Chi tratta con i venditori lo sa e cerca di difendersi: e giù con aggiornamenti professionali che insegnino a riconoscere e a difendersi dalle varie tecniche ipnotiche e subliminali.

Lo scenario è disegnato: venditori in competizione serrata che cercano ogni giorno di fregarsi i clienti per portare a casa la pagnotta.

Acquirenti o clienti diffidenti che si difendono per paura di prendere delle grosse fregature.

Ma quali di questi venditori ha la meglio alla lunga?

Quale tecnica o atteggiamento darà i migliori risultati nel lungo periodo?

Per rispondere a questa domanda invito tutti i venditori a fare una riflessione: quando ti presenti dal tuo cliente è vero che stai vendendo un prodotto, ma non è vero che in primis stai vendendo te stesso?!?

Il venditore migliore quello cioè che raccoglierà i migliori risultati nel lungo periodo (e perché no anche nel breve) è quello che tiene presente questo concetto e che vede l’acquirente non come una persona da fregare ma come un partner il cui rapporto sarà destinato a durare e a consolidarsi il più possibile.

E’ il cliente che ci “da da mangiare” ed è per questo che noi lo dobbiamo avere a cuore.

Dobbiamo si fare gli interessi nostri e della azienda che rappresentiamo e dobbiamo fare attenzione che questo si svolga rispettando le aspettative e le esigenze del nostro cliente.

Vogliamo che il nostro cliente si senta sempre soddisfatto.

Vogliamo che il nostro cliente sappia che su di noi può sempre contare.

Vogliamo un partner commerciale.

Siamo consapevoli che il plusvalore lo fa non solo il prodotto ma il servizio che offriamo al cliente e questo servizio dipende da noi.

Questa è la vendita empatica, una vendita che ha come protagonista il nostro cliente.

Il venditore empatico sarà quello che quando incontra il cliente non dice: “Ah, eccomi qua!”.

Sarà quello che quando incontra il cliente esclama: “Ah, eccoti qua!”.

Il cliente è sempre al centro della sua attenzione.

Sto parlando dei clienti per cui “vale la pena”costruire questo tipo di rapporto: sono i clienti a loro volta empatici verso di noi, i clienti che ci rispettano, i clienti che hanno voglia di muovere le cose.

Sarà nostro compito far si che questi “movimenti” avvengano con noi come “co-protagonisti”.

La vendita manipolativa al contrario ha una ottica di breve periodo che si esprime al massimo con la famigerata “Sola”.

Il venditore punta alla realizzazione del massimo ricavo inducendo il cliente a firmare contratti con il maggior numero di pezzi, il più costosi possibili e magari anche di scarsa qualità.

Ma cosa succederà quando questo cliente a causa del nostro modo di operare irresponsabile si troverà in difficoltà?

Cosa penserà di noi?

Vorrà fare ancora affari con noi?

La vendita manipolativa a conti fatti penalizza chi la esercita e chi la subisce: i venditori che la esercitano si auto-squalificano e sono destinati ad una vita di povertà.

Nessuno vorrà fare più affari con loro: la voce circola e la gente li conoscerà per la loro pessima fama e starà alla larga da loro.

La vendita empatica, quella centrata sul cliente è un “volano” che innesca un circolo virtuoso: ci saranno ogni giorno nuovi clienti soddisfatti e tutti parleranno bene di noi, arriveremo ad un punto in cui ci resterà difficile persino accontentare tutti, il nostro business sarà destinato ad amplificarsi vertiginosamente.

E con lui la nostra popolarità e il nostro benessere.

Ti prego di riflettere su queste considerazioni e di approfondire l’argomento: è in gioco il tuo futuro.

 

p.s.: utilizza pure la bacheca dei commenti che trovi qui sotto per esprimere la tua opinione su questo articolo
p.s.2: sentiti libero di condividere questo articolo con i tuoi amici interessati e nei Social Network più famosi (“Share The Wealth”);

 


14 opinioni riguardo a “Vendita Manipolativa e Vendita Empatica: Differenze

  1. C'è una ditta di Cassano Magnago che è campionessa nell'applicare la vendita manipolativa. Siamo al limite del raggiro e della truffa.
    Se poi è anche pseudo ditta fantasma…

  2. Confermo. Metodo studiato a puntino per far cadere "nuovi clienti" nella loro tela. Ma dicesi cliente: chi abitualmente acquista da uno stesso fornitore o usufruisce di servizi erogati da persone o enti commerciali. Da loro invece puoi acquistare una sola volta poi non ci caschi più!!!

  3. Anche io e altri due conoscenti siamo stati raggirati dalla essegisrl…..
    non possiamo unirci tutti insieme e denunciarli? più siamo più è evidente la scorrettezza….. non è giusto che la passino liscia… DEVONO PAGARE LORO E NON NOI !!!!!!

  4. Ciao a tutti! Essegi srl un'esperienza da dimenticare!!! Un raggiro studiato nei minimi dettagli.

  5. Raggirato anche io, e quando ti accorgi che c'è qualcosa che non va è già troppo tardi, non trovi più nessuno che ti risponda.
    Scorrettezza fatta persona.
    Uniti possiamo essere più forti.

  6. FREGATO ANCHE IO DALL AGENTE DELL'ESSEGI SRL CHE SI è DISSOLTO NEL NULLA … OVVIAMENTE NON HO PAGATO LA FATTURA CHE DOVEVA ESSERE DI 15 EURO INVECE è ARRIVATA DI 600,00EURO . GLI HO MANDATO INDIETRO TUTTO , L'ORO ME L'HANNO RISPEDITO AL MITTENTE . IO TENGO IL PACCO E NON PAGO , VEDIAMO COSA FANNO .. SONO DISPONIBILE CON VOI PER UNIRMI E DENUNCIARE QUESTI TRUFFATORI CHE DOVREBBERO SOLO VERGOGNARSI ..

  7. anche noi raggirati da questi truffatori. ovviamente la fattura arriva quando i termini di reso sono già trascorsi. Abbiamo deciso di non pagare, vediamo cosa succede..

  8. Essegi srl sinonimo di fregatura!!! Pensi di firmare ordini per poche centinaia di euro, con tanto di conferma verbale da parte del venditore (N.P. le iniziali del soggetto) per poi ricevere una fattura di migliaia di euro. Almeno fossero articoli ultravioletti! !!
    Il tutto lo scopri quando i famosi dieci giorni per il recesso sono ormai trascorsi. Al limite della truffa. Dopo è tutto un rimbalzare tra l ufficio commerciale e venditore. Scorretti

  9. ESSEGI = schifo, fregatura, raggiro, ect. qualsiasi parola dispregiativa può andare bene. è vergognoso che glielo permettano di fare, perché loro con i contrattini dalle parole minuscole e sul retro.. fregano migliaia di persone. Non so come riescano a dormire sogni tranquilli i venditore e tutti gli operativi dell'azienda, sapendo cosa fanno..

  10. UNA VERA TRUFFA!!
    SIAMO STATE FREGATE IN 4 DA QUESTO AGENTE N.P. !!!! CI HA DETTO CHE I PRODOTTI COSTAVANO CIRCA 40 EURO DOPO CIRCA UN MESE CI E' ARRIVATA LA FATTURA DI €633,43!!HO CHIAMATO L'AGENTE CHE DOMANI DOVREBBE PRESENTARSI IN UFFICIO.
    CMQ CI SIAMO ACCORTI CHE DIETRO QUESTA FATTISPECIE DI ORDINE C'E' UN CONTRATTINO DA TRUFFA!!
    RIMANDEREMO DI SICURO TUTTO L'ORDINE E SE VOLETE MANDIAMO TUTTO ALLE IENE O STRISCIA LA NOTIZIA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.