Speculare in Borsa: ecco cosa fa uno speculatore…

https://www.tradingfurbo.net/speculare/speculazione/

Speculare è un termine che viene accolto quasi sempre con un atteggiamento negativo.

Di solito si giudica male una persona che ti dice che è solito speculare in borsa per esempio.

Speculare per lavoro è da molti considerato come un mestiere non etico. Addirittura qualcuno pensa che speculare vuol dire rubare.

Ma non è esattamente così. In questo articolo ti dirò che cosa penso io dello speculare. 

speculare

Speculare in borsa

Lo Speculare in borsa significa approfittare di piccole o grandi oscillazioni dei prezzi dei titoli che avvengono in giornata.

Il termine Speculare sta per entrare in un business scegliendo il giusto timing di entrata dopo aver fatto una previsione del movimento del prezzo del titolo.

Se avviene il movimento sperato lo speculatore guadagna in poco tempo un buon bottino.

Se il prezzo del titolo si muove al contrario si incorrerà in una perdita: in questo caso la speculazione non è andata a buon fine.

In questo articolo analizzeremo la pratica del day trading, non perchè io ne sia un sostenitore (tutt’altro), ma per chiarire che non si tratta di investimenti. Più precisamente penso che il day trading sia pura speculazione e che costringe a lavorare per guadagnare soldi.

C’è chi dice che il lavoro uccide!

Speculare nobilita l’uomo?

In realtà non sono d’accordo assolutamente che il lavoro uccida, anzi  nobilita l’uomo.

Questo fa riflettere sulle possibili visioni della vita e fa capire come la nostra felicità non dipenda soltanto dalle condizioni esterne ma anche dal nostro “mind set”.

Ci sono infatti lavori talmente gratificanti che ci danno felicità e appagamento, sono quei lavori che potremmo anche fare se non fossimo pagati, solamente per piacere.

Per esempio immagina di diventare all’improvviso miliardario e di avere la garanzia di esserlo per tutta la tua esistenza…

… esiste un lavoro che faresti comunque anche se non avessi bisogno di soldi?

Speculazione e ricchezza

Se non hai le idee chiare sul concetto di “ricchezza” continua a leggere questo articolo poichè rifletteremo sul concetto di speculazione ed emergeranno molti aspetti dell’animo umano che sicuramente inflenzeranno il tuo modo di pensare la ricchezza.

Chi specula è di solito motivato dal fare soldi velocemente e non è detto che questo sia un atteggiamento da condannare a priori.

Speculare e provare soddisfazione nel farlo è tutta un altra cosa.

C’è chi vede la speculazione come un gioco strategico e prova piacere nel godere della sfida, in questo caso speculare diventa appagante e il pungolo del “fare soldi” diventa quasi secondario.

Bene, se riesci concepire la speculazione in questo modo e a guadagnarci anche bene sei un uomo ricco e di sicuro quando senti qualcuno dire che “il lavoro uccide”, puoi portare la tua testimonianza e dire che esistono anche persone che si divertono lavorando.

E per fortuna ce ne sono parecchie.

C’è chi specula e si diverte ma quasi sempre speculare è frustrante

Ma la speculazione nella maggior parte dei casi ha anche dei grossi limiti e in questo articolo voglio analizzarli prendendo come esempio il day trading che è l’attività speculativa per eccellenza di chi “investe” in borsa.

Speculare con il day trading

speculareIl day trading è un vero e proprio lavoro e non è neanche stimolante, anzi è frustrante.

L’unico aspetto positivo è che se ti va bene riesci a portare a casa grossi guadagni nel giro di 1 giorno o di poche ore.

Ma se ti va male vale il contrario: puoi perdere molti soldi nel giro di poche ore.

Il day trading non è coerente con i principi di Tradingfurbo.net e le Nuove Strategie di Arricching.

Infatti tra i valori più alti di questo sito, ci sono la ricchezza e l’abbondanza anche intesa come salute psicofisica.

Il day trading è spesso molto stancante, stressante addirittura faticoso.

L’ideale che porta avanti Tradingfurbo.net è mirare quindi a “Rendite Automatiche” ossia rendite che non dipendono strettamente dal nostro intervento diretto, dalla nostra presenza.

Sono rendite da capitale, ossia rendite che si ottengono per aver investito il nostro denaro in una certa attività o in un certo progetto.

Il bello è che io non devo lavorare per creare queste rendite e quindi mi posso dedicare ad altre attività o addirittura rilassarmi e comunque ritrovarmi con un guadagno in tasca.

Il Day Trading non è così perchè se vogliamo guadagnare occorre stare davanti allo schermo molte ore: solo in questo modo possiamo individuare quei segnali operativi che si creano per un certo titolo in giornata e sfruttare certe occasioni.

Il guadagno dipende ovviamente dal capitale investito (e anche la perdita).

Il Day Trading è un vero e proprio lavoro a ore.

Che cos’è veramente la speculazione?

Se non è questa speculazione dimmi allora cos’è!

C’è gente che si fissa un obiettivo di guadagno in giornata e una volta raggiunto chiude il pc e va a divertirsi.

Oppure alcuni day trader lavorano a ore a prescindere da quello che guadagnano (alcune volte possono anche perdere).

Anche se non prediligo questo sistema di investimento quando ero un trader novello lo utilizzavo per recuperare delle perdite di denaro, ma ho imparato che non va bene. Questa pratica fa emergere le nostre trappole mentali che sono alla base dei fallimenti di ogni trader.

Per qualcuno il Day Trading fa parte di una buona tecnica di money management, per me no in quanto cerco sempre di attenermi alla regola aurea: “lascia correre i profitti e taglia sempre le perdite”.

Sicuramente il mio consiglio è ambire a guadagnare di più facendo di meno e il day trading non è proprio in linea con questa filosofia.

La filosofia dello speculare

speculareLa filosofia cioè di far lavorare il denaro per noi e non il contrario.

Cerchiamo di far lavorare il cervello e non le braccia.

In questo modo possiamo creare con intuizioni e idee brillanti grosse ricchezze.

E nel frattempo possiamo arricchire il nostro benessere psico-fisico, dedicandoci ad attività rilassanti e che ci facciano sentire bene.

Dopo aver guardato il mio video sulla Psicologia del Trading che ti farà capire di più sul concetto di “trappole mentali”, commenta pure questo articolo e dimmi cosa ne pensi.

Sicuramente se sei un Day Trader accanito non sarai d’accordo con me e dirai che questa attività non ha niente a che fare con la speculazione, anzi sosterrai che è a tutti gli effetti un investimento.

Ma il bello è che ne io ne Te abbiamo ragione, oppure abbiamo ragione tutti e due.

Il tutto sta nella personale “Scala di Valori” e ognuno ha la sua.

Per questo potresti essere pienamente d’accordo con le mie osservazioni o trovarle addirittura banali.

Al prossimo post.

Michele

p.s.: se ti stai avvicinando agli investimenti in borsa e vuoi un corso facile facile ed economico guarda questo.

p.s.2: se ti interessa un percorso più strutturato ossia vuoi che io ti prenda per mano e ti accompagni passo passo guarda qua.


15 opinioni riguardo a “Speculare in Borsa: ecco cosa fa uno speculatore…

  1. Per concludere possiamo dire che ammettendo che siano state fatte delle buone considerazioni sul titolo in questione, la probabilità che un ordine venga eseguito al prezzo desiderato, aumenta all’aumentare della liquidità del mercato.

  2. A me non è mai piaciuto il trading intraday. Anche se permette di guadagnare molto in archi temporali medi, di contro ti consuma l’esistenza.

    Baso i miei investimenti sui cicli trimestrali (raramente i settimanali) quindi non sono costretto a stare davanti al pc ma mi basta una volta al giorno vedere come va il tutto e fare solatanto 2 azioni ogni trimestre (per titolo). IN 3 mesi guadagno sicuramente meno rispetto a chi sfrutta tutte le singole oscillazioni, però nel frattempo posso fare altro… Svolgo un hobby piuttosto che un lavoro.

  3. Ciao Patrizio…
    … intanto ti faccio i complimenti perchè sei il primo del giro di Tradingfurbo.net che fa un commento su un articolo di una certe tecnicità!

    Io condivido appieno la tua scelta infatti è quello che cerco di trasmettere nel Kit per imparare ad investire in Azioni “Trading On Line Success Kit”,
    e non è neanche detto che come facciamo noi si guadagna per forza meno.

    La ricchezza non è solo denaro ma salute e tempo da dedicare a Te stesso, alle persone che ami, allo studio e a coltivare le tue passioni.

    Quindi 10 e lode per Patrizio.

    Michele

  4. Un commento da una persona che segue il tuo blog ma non è assolutamente esperto di trading on-line.
    Volevo sapere cosa ne pensi dei FIB (sono una sorta di day trading ? è vero che sono molto rischiosi?) ed inoltre come giudichi i vari siti/blog aperti da Vincenzo Carchidi
    ad. es borsafib.blogspot.com
    oppure quello x le opzioni-derivati: borsaopzioni.blogspot.com
    dove lui afferma che investendo anche una cifra molto bassa (e quindi rischiando poco) si possono realizzare delle % di guadagno molto alte !

  5. Io penso che la matematica centri poco con la borsa … la differenza tra la matematica e la borsa è che la matematica
    non è un opinione e nella borsa di opinioni ce ne sono fin troppe ed è questo il dramma, perchè questo ci annebbia le
    idee e siccome la psicologia è molto importante nel Trading … è un errore ascoltare troppe voci, consiglio di puntare sull’analisi autonoma,
    semplice e pura dello scenario: non ci vuole un matematico per capire per esempio che da più di una settimana è iniziata una fase ribassista che durerà ancora per un pò, ma lo scenario di medio periodo è ancora rialzista (assolutamente!) … ho dato una occhiata al sito che mi segnali e non sono d’accordo sul fatto che
    le perdite abbiano un limite massimo, o meglio il limite massimo di perdita a volte può coincidere col fatto che non perdi più perchè hai dilapidato completamente il tuo patrimonio (non so se mi spiego?), soprattutto quando si parla di derivati dove ci sono 3 variabili a dare brusche frustate
    al prezzo del tuo contratto e soprattutto se non sei esperto nella gestione della situazione ti puoi fare molto male…
    inoltre consiglio a tutti gli aspiranti investitori, di farsi una cultura personale e puntare su investimenti più “friendly” come le azioni
    per le quali non ci vuole sicuramente una laurea in matematica ma basta un pò di buon senso (molto) e un corso base che ti faccia
    capire su quali basi prendere le tue decisioni … e comunque raccomando sempre di prendersi la responsabilità di quello che si sta facendo e non affidarsi ciecamente ai consigli degli “espertoni”: le cose apparentemente difficili sono più semplici di quanto non sembrino…
    dell’autore (che non conoscevo) apprezzo comunque il fatto che ha il coraggio di mettersi in gioco…
    grazie per la tua domanda, spero di esserti stato d’aiuto

  6. il day trading sta diventando piuttosto una moda per arricchire le varie sim.

    e’ vero, ti dicono di inserire ordini con lo stop loss, di inserire stop stretti per perdere poco, ma troppo spesso si perde a rate ed un po’ per volta il conto si svuota.

    oltretutto ricordiamoci che troppo spesso le varie sim ci fanno da controparte, ovvero acquistano cio’ che noi vendiamo o viceversa..( vedono palesemente i nostri stop..)

    Proprio stasera parlavo con un’amico che gestisce Portafogli per una banca.

    Gli investimenti migliori sono quelli ( a suo avviso) con le semplici medie mobili.

    3 Ingressi con 3 medie mobili.

    agli incroci lui entra.

    Idem per le uscite.

    Tecnica semplice ma efficace per ottenere un’Ottimo ritorno sull’ investimento !

    N.b.: e’ vero che ci sono Draghi del Trading che fanno in una settimanca cio’ che altri fanno in un’Anno..

  7. Ottime osservazioni … certe volte è meglio puntare su una tecnica Value Investing senza stop loss (addirittura!!) tenendo d’occhio i clicli macroeconomici ed abbinando un analisi tecnica sugli indici … non so chi mi capisce … forse mi prenderete per un eretico del trading !

  8. Io dopo aver studiato le opzioni ed esserene rimasta delusissima preferisco di gran longa il day trading . Non metto stop loss ne take profit perche preferisco seguire direttamente il grafico .
    Preferisco mille volte il day trading invece che aspettare secoli per guadagnare pochi spiccioli . La mia esperienza col le opzioni è stata deludente , basti solo pensare che con il day trading non hai complicazioni o perdite di tempo e vai subito a mercato volendo , con le opzioni risulta difficilissimo entrare e uscire dal mercato ..e il broker ti si mette contro anche li …Sono stata eseguita male tantissime volte , con strategie vincenti che mi hanno quotate all’opposto , o non mi hanno quotato pur di farmi andare in perdita …tanto che ho dovuto smettere poiche cosi non andava ! Per me il day trading è stata una liberazione !
    E francamente per il “divertimento” mi diverto molto di piu a guardare il grafico su cui lavoro facendo day trading , che ha seguire giorno per giorno le greche , la volatilta e tutte le altre cose varie che guardavo prima facendo opzioni … ;-)! E non è tutto …. ma chiudo ;-)!

  9. Allacciandomi a quello che é stato scritto riguardo STOP LOSS e TAKE PROFIT, ultimamente mi sto chiedendo se veramente il broker vedendo questi valori, non modifichi leggermente il grafico per attivarti lo SL oppure per non farti prendere il TP.
    Questo sarebbe veramente scorretto e illegale e andrebbe tutelato in qualche modo.
    Pensate anche voi lo stesso ma io più trado più mi convinco che é cosi'.
    Un saluto e complimenti per il blog.

  10. No Alessandro: il grafico e' una rappresentazione di quello che sta succedendo nella realta' e invece i prezzi di mercato sono il risultato dell'interazione tra domanda e offerta. Il broker non centra niente fa solo da tramite tra noi e il mercato.

  11. hai proprio ragione michele bisogna far lavorare il cervello ed essere flessibili per trovare sempre una soluzione perfetta nella nostra scala dei valori

  12. Ciao,volevo sapere operando con le opzioni sui mercai americani con il broker interactive brokers è possibile applicare lo stop los???su iw bank purtroppo non si può.Per la tipologia di trading che uso è indispensabile poterlo applicare,infatti devo assolutamente cambiare al più presto broker.Vi ringazio in anticipo per la risposta.

  13. Ciao Michele, personalmente mi trovo più verso la tua linea di pensiero che quella di altri e cioè, è meglio far lavorare il denaro che le braccia in relazione al day trading, altrimenti diventa stressante, ma ovviamente parlo per me, magari altri lo vedono rilassante perchè non riescono a staccare gli occhi dal grafico come i patiti dei videogiochi, non vuole essere una offesa per nessuno, ho solo trasmesso il mio pensiero, ed è assolutamente opinabile.

  14. mi capita spessissimo di leggere che il broker ti inganna e ti prende gli stop.

    personalmente credo che chi tradi sul position trading non ne faccia una malattia.

    la malattia e' causata piuttosto dallo scalping..

    si entra per prendere qualche tick e puntualmente si viene stoppati..

    ricordiamoci che le cosidette "macchinette" lavorano ininterrottamente e spesso i livelli che voi monitorate sono monitorati anche da loro..

    per cui, se mi posiziono esattamente un tick sopra la barra su cui opero….poi non debbo lamentarmi che mi prendono lo stop..

    il trading e' fatto non solo di tecnica ma anche di altre mille sfumature.

    occorre soprattutto capire quale sia la miglior strategia per noi, e la si ottiene soltanto studiando e "spendendo" su se stessi!

    il miglior investimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.