Lamentarsi: Come vivere il sogno americano?!

https://www.tradingfurbo.net/psicologia-della-ricchezza/lamentarsi/

Responsabilità !

Quante volte hai visto scritta questa parola nei post proposti da Tradingfurbo.net ?!!

Ti propongo una frase di Jim Rohn (che non è il cantante 🙂 , ma uno dei più famosi formatori motivazionali americani) :

You must take personal responsibility. You cannot change the circumstances, the seasons, or the wind, but you can change yourself “.

Traduzione: “Devi prenderti la responsabilità di tutto quello che ti succede al cento per cento. Non puoi cambiare le circostanze, le stagioni o il vento ma puoi cambiare te stesso! “.

In fondo la maggior parte di quello che ci succede è il risultato di quello che per anni abbiamo deciso di pensare e delle decisioni che abbiamo scelto di prendere.

Siamo responsabili della nostra vita semplicemente perchè abbiamo avuto la fortuna di ricevere questo dono e dobbiamo impegnarci a renderla una fantastica avventura piena di emozioni appaganti, persone interessanti, esperienze gradevoli: siamo responsabili di scegliere per noi tutto ciò che ci conduce a vivere il nostro “Sogno Americano”.

Come a dire: “volevi la bicicletta? Adesso che ce l’hai pedala!!”.

Anche se non possiamo controllare la natura e i fenomeni che ci propone, possiamo scegliere pensieri e azioni che ci aiutino a vivere alla grande in ogni situazione in cui ci troviamo.

Uno dei più grandi miti nella cultura Americana è che noi siamo destinati ad avere una grande vita: questo è il sogno americano!

Detto così sembra un diritto di ognuno di noi ed è per questo che molti si lamentano quando si trovano a vivere una vita che non li soddisfa:  in realtà inseguire il sogno Americano non è un diritto ma è un nostro DOVERE!

Lamentarsi è una perdita di tempo e questo tempo che impieghiamo a lamentarci è tempo che sottraiamo alla nostra vita, è tempo che sprechiamo e che non possiamo impiegare per vivere situazioni piacevoli che siamo noi a dovere creare.

La dura verità è che c’è una sola persona responsabile per la qualità della vita che stai vivendo.

Quella persona sei tu!

Ti faccio riflettere semplicemente su questa formula matematica: E + R = O ( Event + Response = Outcome).

La lettera E rappresenta l’evento: questo è tutto quello che ci capita, che si divide in cose che possiamo cambiare e cose che non possiamo cambiare; quindi nella formula questa E può essere una variabile o una costante (cioè una cosa che non possiamo cambiare a nostro favore) a seconda della natura dell’evento che succede e che in qualche modo può influenzare il nostro risultato.

La lettera R rappresenta la nostra risposta: può essere una variabile o una costante dipende dalla nostra intelligenza e dalla nostra attitudine a prenderci le nostre responsabilità.

Se nella nostra vita il nostro atteggiamento di fronte ai problemi è costantemente negativo siamo molto vicini alla depressione e non riusciamo a compiere azioni diverse, quindi ci dobbiamo rassegnare a vivere sempre le solite situazioni sgradevoli e magari continuiamo a lamentarci della nostra situazione senza essere consapevoli che solo noi la possiamo cambiare.

Io non sono particolarmente bravo in matematica ma ho imparato che una espressione matematica “porta” se i due membri a destra e a sinistra del simbolo “=” hanno appunto lo stesso valore.

Tutti i simboli indicati con una lettera all’interno di una espressione matematica sono delle variabili e qui ce ne sono 3.

Molto spesso gli eventi che ci capitano rappresentano una costante, cioè sono situazioni che noi non possiamo cambiare e che dobbiamo accettare; ma se osservi bene la formula, anche in queste condizioni noi possiamo raggiungere il nostro obiettivo agendo sulla variabile R che è la nostra risposta all’evento.

Questo vuol dire che se capita qualcosa che ostacola i nostri progetti e in queste condizioni il nostro piano salta e non può essere concretizzato, non è detto che dobbiamo rinunciarci a tutti i costi: si può scegliere un’altra strada per arrivare a Roma. :thumbup_tb:

E se non riusciamo a trovare un altra strada? E’ finita? :confused_ee:

No! La formula prevede anche un altra variabile: la variabile O !

Ti spiego meglio …

… ti è mai capitato di volere fortemente una cosa e durante il percorso che intraprendi per realizzarla scopri che non era esattamente quello che volevi? A chi non è mai capitato? :tongue_rolleye_ee:

In certi casi è importante fare attenzione a quello che ci succede durante il percorso perché interpretare le situazioni nel modo giusto significa “scorgere” nuove opportunità!

Chi ci dice che durante il percorso non capiamo che l’obiettivo inizialmente fissato è piuttosto limitato rispetto a quello che ora siamo in grado di raggiungere grazie alla persona che siamo diventati nell’intraprendere questo percorso? :ponder_tb: :ohmy_tb:

E poi se succede qualcosa che ci impedisce di raggiungere l’obiettivo inizialmente fissato, nulla ci vieta di cambiare il nostro obiettivo ed essere ugualmente felici. :tongue2_tb:

Infatti noi fissiamo degli obiettivi per soddisfare i nostri bisogni e i nostri bisogni sono soddisfati al massimo quando riusciamo ad ottenere dei risultati che sono totalmente in linea con i nostri valori.

Non è detto che non ci siano altri obiettivi che non ci appaghino e non siano in grado di renderci felici, questi obiettivi possono essere anche molto diversi da quelli che avevamo inizialmente fissato e che ora siamo impossibilitati a raggiungere ma possono portarci a soddisfare ugualmente se non meglio i nostri valori.

Come vedi il sogno Americano (O) che tutti noi abbiamo il diritto di raggiungere è rappresentato da una serie di emozioni che noi possiamo o non possiamo vivere.

Possiamo essere fortunati e vivere queste emozioni senza fare assolutamente niente, ma credo che questo sia assai improbabile: nella vita possono succedere diverse cose e ogni variazione che ci riguarda può cambiare il valore della variabile “O” che rappresenta il nostro “sogno americano”.

Ne concludo che per vivere un’esistenza felice, è necessario monitorare periodicamente la nostra vita per quello che abbiamo e per quello che proviamo in questo momento e se quello che percepiamo non ci soddisfa pienamente dobbiamo agire concretamente per apportare una variazione che sia in grado di spostare l’equilibrio e portarci ad un nuovo risultato che ci appaga pienamente.

Noi possiamo farlo e credo che sia nostra responsabilità agire per vivere in circostanze migliori. :bye_tb:

Ecco quello che non devi fare per non entrare in un circolo vizioso di sfiga dal quale non riuscirai più a venire fuori …


2 opinioni riguardo a “Lamentarsi: Come vivere il sogno americano?!

  1. Anche con questo post hai centrato l’argomento.

    Il vero punto di partenza per cambiare le cose: siamo noi !

    Seguite i consigli di Michele Russo! Comprate le sue risorse investendo nella vostra formazione e la vostra vita cambierà in meglio…

    Pongo una domanda: è più doloroso vivere nel rimorso di non aver perseguito il proprio “sogno americano” o pagare il “prezzo” dello sforzo sostenuto per cambiare e raggiungerlo ?

  2. Spero di non arrivare mai a “bere un bicchiere di vino” da solo o con gli amici dicendo “Se avessi fatto!” … preferisco ricordare gli eventi e sorridere delle “grandi cazzate che ho fatto” credendo di essere il più furbo o essere emulato per i grandi successi che per audacia o per “culo” ho conseguito … le persone hanno voglia di racconti che gli diano la speranza che l’impossibile può essere possibile … un uomo può andare oltre il suo corpo ed esprimere l’immenso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.