Cambiare Vita: come cambiare vita partendo dal cambiamento di noi stessi!

https://www.tradingfurbo.net/psicologia-della-ricchezza/come-cambiare-vita/

Una frase che da un po’ di anni è diventata uno dei pilastri della mia esistenza è: “Se continui a fare ciò che fai, continuerai ad ottenere gli stessi risultati !! ”. :rolleyes_tb:

Questa frase sottolinea l’importanza di essere consapevoli che quello che stiamo vivendo nella nostra vita oggi, è frutto di quello che abbiamo pensato, di quello che abbiamo fatto e soprattutto quello che saremo tra diversi anni dipenderà dalla consapevolezza che possiamo cambiare soltanto cambiando i nostri pensieri e le nostre azioni.

Ricordare questa frase nei momenti impegnativi della mia vita è senz’altro di grande aiuto. :mellow_tb:

Nei momenti in cui sperimento un insuccesso, “si attacca” il registratore e questa frase “risuona” nella mia mente: incomincio a pensare che questo insuccesso dipende da quello che ho creduto fosse possibile o impossibile, perché se credi “tanto forte” il tuo pensiero riesce a materializzare anche quello che ancora non esiste. :wink1_tb:

Molto spesso per esempio nel mio lavoro di informatore medico scientifico mi faccio delle idee su certe persone (i miei potenziali clienti) sulla base di semplici impressioni che ho “a pelle” e quindi faccio delle “supposizioni privative” nel senso che sono delle supposizioni che installano in me certe convinzioni che limitano il mio raggio di opportunità: questo mi impedisce di fare dei tentativi che si sarebbero rivelati azzeccati per quel tipo di situazione e mi avrebbero condotto proprio al successo!! :embarassed_tb:

Invece sulla base di mie “impressioni”, semplicemente “non sperimento” rinunciando ad un tentativo che avrebbe portato molto probabilmente al successo.

Mi ricordo che una volta ero a cena con il proprietario dell’azienda per cui lavoro come consulente scientifico: lui espresse il suo desiderio di organizzare una scuola di formazione in medicina funzionale nelle Marche non nascondendomi la consapevolezza che sarebbe stato un progetto molto impegnativo e difficile da realizzare.

Nel suo sguardo c’era la voglia di vedere realizzato questo progetto ma traspariva il dubbio sulle mie capacità di riuscire ad organizzare un evento di questa portata: questa fu un alchimia potentissima che fece scattare in me un gesto molto audace che mi vide dopo pochi secondi brindare per la nascita di una scuola marchigiana di “medicina funzionale”.

Il brindisi fu un sigillo: ormai avevo pubblicamente preso un impegno e per il principio di coerenza, postulato da Robert Cialdini alla Columbia University, quando si ufficializza un intenzione in questo modo, il nostro istinto di essere coerenti con quello che ci siamo impegnati a sostenere pubblicamente ci da una spinta molto forte verso l’ottenimento del risultato voluto. :ohmy_tb:

Questa frase sottolinea l’importanza di essere consapevoli che quello che stiamo vivendo nella nostra vita oggi è frutto di quello che abbiamo pensato, di quello che abbiamo fatto e soprattutto, quello che saremo tra diversi anni dipenderà dalla consapevolezza che possiamo cambiare soltanto cambiando i nostri pensieri e le nostre azioni.

Molto spesso mi è capitato di ascoltare alcune persone dopo un insuccesso dire: “Che sfortuna, mi va sempre così, sempre allo stesso modo!!!”.

Non è questione di sfortuna, la ragione di un insuccesso quasi sempre è l’aver intrapreso azioni che hanno portato a risultati non in linea con le nostre aspettative …

… allora qualcuno può obiettare: “Si è vero ma in questo caso è successo qualcosa che io non avevo previsto e questo qualcosa ha determinato il mio insuccesso!”;

Ma di nuovo, di chi è la responsabilità di non essersi adoperati per prevedere anche quell’evento? :ponder_tb:

Sempre nostra! :rolleyes_ee:

A questo punto insisto sulla visione costruttiva degli insuccessi: gli insuccessi (se vogliamo chiamarli così) sono un “campanello di allarme” che ci fa capire che quello che abbiamo messo in opera e materializzato con i nostri pensieri e azioni, non rappresenta il nostro risultato ideale.

Adesso abbiamo una consapevolezza: probabilmente c’è qualcosa che si può cambiare per uniformare il risultato ottenuto con quello voluto. :wink_ee:

Ci si pensa, si consultano persone più competenti di noi e si arriva ad una soluzione.

Se la soluzione rappresenta un modo di pensare e di fare le cose diverso da quello che fino ad ora abbiamo sperimentato, una cosa è sicura: non otterremo finalmente lo stesso risultato!

Ora saremo curiosi di sapere se il nuovo risultato è migliore o peggiore di quello ottenuto in precedenza: si innesca un circolo virtuoso di osservazione del risultato, cambiamento del modo di affrontare la sfida, azioni diverse e probabilmente più orientate al risultato voluto, nuova verifica dei risultati ottenuti e finalmente successo !!

A questo punto ha invece senso continuare a ripetere le azioni che si sono rivelate ottimali fino a che queste continuano a farci ottenere il risultato che è ideale per noi.

Se le azioni che fino ad ora hanno dato il risultato ottimale smettono all’improvviso di funzionare vuol dire probabilmente che è cambiato qualcosa nell’ambiente in cui viviamo e l’effetto di queste azioni non è più quello che ci aspettiamo: a questo punto dobbiamo innescare nuovamente quel circolo virtuoso che ci porterà ad un nuovo successo.

Non so chi lo diceva, ma l’argomento dell’articolo di oggi può essere sintetizzato con questa frase: “Pazzo è chi spera di ottenere un risultato diverso continuando a fare le stesse azioni!”. :lol_ee:

Spesso le regole della vita sono semplici e nella semplicità di queste regole spesso trovo la formula magica del successo!

Spero di averti stimolato, se vuoi approfondire questi argomenti ti riporto di seguito una serie di letture che potrai fare e che ho apprezzato particolarmente:

I principi del Successo di Jack Canfield;

Le armi della persuasione di Robert Cialdini;

21 Segreti del Successo dei Self-Made Millionaires;

La legge del Successo: Volume 1 e Volume 2 di Napoleon Hill.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.