Economia globale e crisi personale

https://www.tradingfurbo.net/macroeconomia/economia-globale/

Economia globale ed economia personale: è proprio vero che nei periodi i periodi di crisi sono periodi neri per tutti.

In questo articolo ti renderai conto che in un economia globale in crisi qualcuno ne approfitta e succedono cose interessanti.

L’economia globale va a rotoli? Nonostante l’economia globale vada a rotoli ci sono persone che diventano ricche.

Questo vuol dire che non è detto che in condizioni penalizzanti di economia globale non ci si possa arricchire.

In questo articolo puoi trovare delle osservazioni interessanti che ti permetteranno di arricchirti nonostante l’economia globale ti remi contro.

Che cos’è l’Economia Globale?

economia globalePartiamo prima dal significato del termine Economia che è l’arte di produrre ricchezza e farla prosperare nel tempo con sistemi che richiedono il minimo dispendio energetico o addirittura la produzione di energia.

Scusa per la definizione un pò articolata … ma è la mia personale definizione di Economia, denota il mio background scientifico che è quello di “ricercatore esoterico” :-). Di sicuro non ti diranno mai queste cose all’università di torino o di verona e neanche alla Bocconi.

Prendendo in Esame l’ “Economia Globale” sappiamo che questa vive periodi caratterizzati da un grande sviluppo di ricchezza e periodi in cui ci si deve rimboccare le maniche.

Quindi, per fortuna o purtroppo, ma più per fortuna, l’economia globale vive dei periodi cosiddetti di “crisi“.

Con questo termine si vuole caratterizzare un periodo in cui le cose non sembrano seguire l’andamento “normale” e la tendenza di lungo periodo del sistema che si sta considerando.

E’ un periodo in cui sono richieste misure particolari per mantenere “ecologica” la situazione “domestica”.

Infatti in quasiasi sistema non “isolato” l’ENTROPIA tende ad aumentare.

L’ENTROPIA è la misura del disordine di un sistema.

E’ come quando non “rassetti” la tua camera per un pò di tempo: alla fine ti accorgi che è un casino e devi prendere dei provvedimenti urgenti, perchè sennò quando viene a trovarti la tua fidanzata sono “CAZZI AMARI” :-).

Come studente universitario se vivi “da solo” ti sarà sicuramente capitato di vivere una sensazione del genere.

Ogni sistema quindi per prosperare deve essere “IGIENIZZATO” in qualche modo: bisogna eliminare i fattori disturbanti, fare dei piccoli lavori di manutenzione, investire in opere di “riqualificazione strutturale” che consentano di far ritornare il sistema in piena efficienza.

Economia globale ed entropia

economia globaleOgni sistema deve essere periodicamente “igienizzato” per far si che l’entropia non dilaghi e la crisi è il campanello di allarme che ci fa capire che è il momento di farlo!

Il successo di un sistema che punta alla massima resa nel breve ma soprattutto nel LUNGO PERIODO dipende molto da chi lo amministra.

Da chi compie le scelte!

Da chi decide come orientare le vele e quando è il momento di cambiare rotta!

Cioè:  è come l’esempio della stanza, ci sono persone che “quando suona l’allarme” si accorgono che è un “casino” e decidono di correre ai ripari (crisi economica) e ci sono persone che avvertono con maggiore sensibilità i segnali che l’ORGANISMO (in questo caso il sistema che stiamo prendendo in considerazione) invia alla centrale di controllo, e decidono di prendere subito provvedimenti: PREVENIRE PER QUESTI AMMINISTRATORI E’ MEGLIO CHE CURARE!

Ora, siccome quando parliamo di Economia Mondiale stiamo parlando di un MACROSISTEMA è chiaro che ci possono essere molti fattori che possono far si che “LA BARCA TENDA AD AFFONDARE” e bene o male siccome qualcuno dice: “SIAMO UN PO’ TUTTI SULLA STESSA BARCA” è inevitabile che una situazione di crisi contingente ci condizioni tutti.

Economia globale ed efficienza

economia globaleIl sistema economico come qualsiasi altro sistema ha dei sistemi di contollo che segnalano una inefficienza. Questi segnali si possono ignorare (malattia franca) o tenere in considerazione per fare manutenzione e far si che l’efficienza si mantenga alta.

Ma quando la barca affonda c’è chi si piange addosso… addirittura chi si “blocca”… altri che decidono di morire!

Ma ci sono persone che prendono la situazione in pugno e siccome sono certi che si salveranno, iniziano ad aiutare gli altri (la “Piramide dei Valori di Maslow è infatti stata rivista da Antony Robbins che ha inserito anche il “bisogno di contribuire” tra i sei bisogni fondamentali ).

Ora per non andare fuori tema, riprendiamo il tema dell’Economia Globale dicendo: è vero che in certi momenti l’Economia  vive delle “fasi” di assestamento, dei periodi di correzione, di crisi, ed è vero che questa situazione, riguardando un sistema macro di cui noi facciamo parte può influenzarci in maniera più o meno massiccia.

Hai presente: un grande campione di Aikido riesce a sfruttare a proprio favore l’energia in gioco e sollevare in aria grandi pesi in movimento.

Quando sono in gioco grandi Pesi noi dobbiamo avere le abilità di un campione di Aikido e se non le abbiamo le dobbiamo acquisire altimenti possiamo finire schiacciati.

Economia globale e crisi personali

economia globaleNei periodi cosiddetti di crisi le persone elastiche ed agili sono destinate ad arricchirsi, quelle statiche ad impoverirsi!

Queste azioni che decidiamo di compiere, questo decidere di cambiare noi stessi, questo “esperire” situazioni che mai avremmo immaginato di vivere può rappresentare il nostro migliore investimento.

Ed è qui che entra in gioco l’Economia Personale che può essere compresa nell’ottica dell’Economia Aziendale se pensiamo che una persona può essere considerata una azienda vera e propria!

Ci sono esempi di aziende che proliferano e si espandono in situazioni globali di crisi.

Ci sono settori che non conoscono crisi? Vero o no? Non ci credi? Ecco una ricerca che hanno fatto!

… ma questo è solo un esempio e deve essere il nostro “punto di riferimento positivo”.

Nelle situazioni cosiddette “di crisi” una cosa di estrema importanza è “cercare senza mai stancarsi” dei riferimenti positivi che ci aiutino ad emergere o addirittura a ricavarne un vantaggio.

Economia globale ed atteggiamento individuale

In generale nella vita dobbiamo sforzarci di guardare ai riferimenti positivi (fatti, persone, ecc …) e cercare di emularli, invece mi accorgo che diverse persone sono abituate a fare il contrario e cioè guardano i riferimenti negativi e si sentono giustificati a fare peggio!

Con questi “punti di riferimento” dobbiamo costruirci “le Credenze” che ci aiutino a creare una nostra Economia Personale.

Esempio: guarda guarda, l’azienda X cresce nonostante la crisi, mi chiedo quali sono i fattori decisivi che determinano questo successo!?

Infatti l’influenza e l’effetto che l’Economia Globale ha su di noi dipende proprio dal nostro “ATTEGGIAMENTO MENTALE“.

In questo periodo tutti si lamentano della “crisi” ma sono sicuro che ti è capitato di incontrare persone che hanno il coraggio di dire “Io la crisi non la sento per niente”: parla con queste persone e scopri i loro segreti 🙂 🙂 ;

Se ti è piaciuto questo articolo di Economia Aziendale Esoterica e credi che possa essere utile a qualcuno: condividilo sui più famosi Social Network!

Per darti il colpo di grazia ti suggerisco di seguire anche questo video che ho registrato di getto:

Spero che questo post che ha cercato di prendere in esame l’apparentemente insignificante differenza tra economia globale ed economia personale ti abbia dato degli spunti interessanti.

p.s.: se ti è piaciuto l’articolo e vuoi farlo leggere agli amici, ti consiglio di condividerlo con i pulsanti “+1” di Google + o “Mi piace!” di Facebook o copiare e incollare il link su Twitter o Linkedin. Grazie!

p.s.2: se vuoi approfondire e acquisire le caratteristiche di una mentalità vincente devi vedere questo!

(ultimo ma non ultimo p.s.: dai una occhiata alle mie risorse gratuite.


17 opinioni riguardo a “Economia globale e crisi personale

  1. Quello che dice è vero!
    Basta pensare che i soldi quando cè crisi non è che li hanno bruciati o portati al macero; si stanno spostando solo di tasca in tasca e quindi se un tizio a 100€ meno ci sarà qualcuno che ha sfruttato la cosa per averne 100 in più. Il tiziò che ha perso i soldi li ha persi perchè no sa che fare mentre quello che li ha guadagnati lo ha fatto perchè sa sfruttare la situazione.

    A poprosito di entropie mi hai fatto pensare che nella mia cameretta serviva Indiana Jones per entrarvi :-)))

  2. Le mie passioni…….

    Si, Michele, un piccolo contributo per gli amici del tuo blog con i miei migliori auguri:- Gli uomini nascono ricchi, solo dopo cominciano a diventare poveri. La povertà giunge con le limitazioni e le credenze che ci vengono imposte dagli adulti. La ricchezza è il tempo che nessuno mai ti potrà ridare perché l’hai buttato al vento seguendo un’imposizione che la società in modo subdolo e incosciente ti propinqua e ti mostra come unica soluzione possibile. Uscire fuori dagli schemi, appropriarsi della propria libertà per me significa “riprendersi il proprio tempo”. E’ questo il mio vero obiettivo. Per fare ciò, devo inventarmi un sistema per avere la libertà finanziaria. Studio quelli che ci sono già riusciti e lo faccio tenendo presente che “Nessun alibi regge di fronte alla determinazione di voler affermare se stessi e la propria libertà”. Solo noi siamo responsabili di noi stessi. Non vi sono giustificazioni o colpe da addossare ad altri. Per questo vivo una vita scandita dagli attimi. Le ore, i giorni, i mesi, gli anni li lascio agli altri. Ciò che posso dare e ricevere ora è il mio futuro, il passato è un archivio chiuso dal quale traggo solo il meglio in ricordi ed esperienze utili per la mia crescita. I ricchi sono ricchi per questo! Non perchè hanno i soldi, quelli sono solo un optional. Buona riflessione a tutti e soprattutto…, Buona AZIONE! By, Raffaele Vicedomini

  3. Ciao sto studiando economia all’universita’ e sono d’accordo con cio che dici e proprio vero e ti ringrazio dell’informazione …sei un grande comunicatore…

  4. Credo proprio che dipende da noi ed anche dalle collaborazioni reciproche..poter stare dentro un certo standard..

  5. Ciao Michele Russo
    Come sempre sei brillante nel scrivere ma soprattutto fai sognare ad occhi aperti.Il termine che mi ha colpito nel tuo articolo è la ricerca esoterica nell'economia che dovresti sviscerare ai tuoi lettori del tuo blog.
    Colgo l'occasione per augurarti una serena estate e viverla con un po di leggerezza termine usato da Italo Calvino nelle sue " lezioni americane", non dare troppo peso all'economia e al suo spred che sale e scende, ma cerca di assaporare le bellezze della natura che con i suoi colori odori ci inebria e ci da la forza per vivere in questo mondo complesso , pieno di insidie ,che ci allontana dall'armonia tra l'uomo e il creato .

  6. Il commento di Raffaele è davvero illuminante,complimenti.
    Studiare ed analizzare i vincenti insieme ad una buona dose di AZIONE e FIDUCIA IN SE STESSI è l'unica soluzione che conosco per emergere.
    A tal proposito,qualcuno mi può indicare una biografia o meglio un'autobiografia di qualche personaggio ricco ? Intendo qualche lettura che possa essere di spunto per una crescita personale e finanziaria.
    Grazie per ogni eventuale risposta e complimenti ancora Michele per questo meraviglioso blog.

    Marco

  7. E sempre un piacere leggere i tuoi articoli comunque io credo che quando capitano periodi di crisi come questo e quando si accorgono che la barca sta affondando nessuno cerca di evitare che affondi anzi si cerca sempre di dare colpe ad altri e di piangerci addosso (peraltro cosa molto facile da fare) credo che un po si entusiasmo riuscireamo anche a vedere il bicchiere mezzo pieno

  8. La natura è fatta così ed è classico l'atteggiamento duale dell'uomo: giusto sbagliato, bianco nero, buono cattivo, in realtà quella che noi definiamo crisi è un processo fisiologico e naturale e forse con questa consapevolezza possiamo comportarci in modo più costruttivo.

  9. Posso dire tante belle cose sugli insegnamenti dei miei genitori ma una in particolare: mi hanno inculcato un motto che dice "massimo risultato col minor sforzo possibile, sempre" in tutti gli ambiti della vita ed e' una definizione che si affianca anche molto bene alla tua di economia. Tale detto lo uso quotidianamente, dalle piccole alle grandi scelte, e soprattutto in periodo di crisi ottenere il massimo senza troppo sforzarsi, ed essere allenati a farlo, e' molto importante; per cio' che io mi alleno anche il periodi di vacche grasse, aspettando quelle magre.
    Unica eccezione al detto: l'amore e l'altruismo: massimo sforzo possibile sempre, ma il risultato fisico scarso se nullo, ma la gratificazione alle stelle!
    Ciao Michele, ti seguo sempre con estremo piacere.

  10. Michele sei fantastico i tuoi post mi hanno accompagnato per tutta l'estate, nonché' arricchita '! (e non è poco;-))
    Spero di diventare operativa fra non molto.
    Comunque grazie!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.