Signoraggio Bancario e Valore della Moneta

https://www.tradingfurbo.net/fenomeni-economici/valore-della-moneta/

Mettiamo che io voglia comperare una casa: semplice! Mi stampo una moneta che mi invento io, vado dal costruttore e me la compro! Yeah! Facile la vita! :happy:

Per esempio potrei domani comperare una bella villetta di nuova costruzione sulla Riviera del Conero prendendo un rotolo di carta igienica e ricavandone dieci quadratini.

Stabilisco che ogni quadratino abbia un valore di 50.000 euro, dimodochè ho in mano un potere di acquisto di 500.000 euro: Wow! 😯

E che ti dicessi che lo stesso sistema sta funzionando pienamente al giorno d’oggi ed è in vigore da un pò di tempo? Nel nostro paese e nel mondo intero!

E chi sono i protagonisti di questo sistemino? Lo Stato e le banche: lo Stato dà il monopolio di creazione di nuova moneta alle banche e gli chiede soldi per pagare i suoi debiti su cui tra l’altro paga alle banche degli interessi. E chi paga questi interessi? Li paghiamo noi con le tasse! Bello no?

Questo fenomeno è noto con il nome di “Signoraggio Bancario“: io non ne sapevo neanche l’esistenza fino a pochi anni fa.

In pratica il denaro di oggi non ha nessun valore reale!

Ha solo un valore nominale, cioè un potere d’acquisto riconosciuto dalla collettività, ma se ad un tratto nessuno più lo riconoscesse e io decidessi di vendere a qualcuno questo denaro, con miei 500.000 euro in banconote non ci comprerei neanche 1 mela. 🙁

Un tempo c’era il baratto e nel libero mercato il prezzo delle cose si fissava da sè con l’andamento della domanda e dell’offerta e il prezzo era direttamente legato all’utilità del bene e alla sua abbondanza o scarsità.

Per esempio nel mio paese posso scambiare 10 uova con un kg di farina, ma magari per i motivi detti poco sopra, in un altro paese con 10 uova posso ottenere soltanto 800 grammi di farina.

Per facilitare gli scambi si incominciarono ad utilizzare degli oggetti leggeri, facilmente trasportabili, poco ingombranti, addirittura tascabili che avessero un valore reale riconosciuto dalla comunità: come nel caso della conchiglia moneta, “Cypraea Moneta”, da cui deriva appunto il termine moneta.

Fin qui la moneta mantiene un valore reale e quindi per esempio in una certa comunità, 1 Conchiglia Moneta può essere scambiata con 5 uova… ecc..

Con il tempo viene riconosciuto sempre di più l’ORO come bene di scambio e quindi tutti i “governi del tempo” siccome possiedono l’oro, lo usano per comprare beni e fin qui niente di male, perchè se avessi avuto anch’io oro “a quel tempo” l’avrei utilizzato allo stesso modo. 🙂

Ad un certo punto però e la cosa è quasi automatica (l’occasione fà l’uomo ladro): i “governi” decidono di fondere l’oro con altri materiali di scarso valore per produrre la stessa moneta, e impongono a tutta la popolazione lo stesso valore di quella che prima era una moneta d’oro.

Più o meno lo stesso discorso che volevo fare Io prima quando volevo comprare la villetta con la carta igienica. 😉

Con l’andare del tempo questo fenomeno si amplificò: all’inizio le banche potevano emettere soldi in abbondanza con l’obbligo di non superare di 10 volte il valore dei depositi aurei che possedevano.

Ora non c’è neanche più questo vincolo, non c’è nessuna copertura e le banche in teoria hanno il permesso di stampare moneta a loro piacimento, anche se questa moneta nuova non è coperta da una garanzia reale che ne garantisca il valore.

Le cause? C’è sempre più banconota in giro che vale sempre di meno, gli stipendi degli operai aumentano di valore ma diminuisce il loro potere d’acquisto, la gente non risparmia più, perchè percepisce che la banconota che è in circolazione ha uno scarso valore e potrebbe non valere più niente da un giorno all’altro.

Questo fenomeno è noto con il termine di Signoraggio bancario: il bello è che la maggior parte della popolazione non è consapevole di quello che sta succedendo, semplicemente perchè non se ne interessa; la gente ha altre cose da fare, è troppo impegnata a lavorare, a divertirsi e non crede che un minimo di cultura finanziaria possa giovare sia a se stesso che a tutto il sistema.

Il fenomeno del “Signoraggio Bancario” è in voga da un pò, ma chissà perchè io lo conosco soltanto da pochi anni, da quando appunto ho deciso di interessarmi delle mie finanze.

Questo ti dovrebbe far riflettere molto e sono proprio curioso di sapere a quali conclusioni arriverai e quali azioni intraprenderai dopo aver saputo tutto questo. 😉

In Italia ci sono varie organizzazioni che fanno Cultura sul Signoraggio bancario e di sicuro ti sanno spiegare il fenomeno molto meglio di me, per questo ti voglio segnalare alcune risorse, perchè voglio che te ne faccia una idea da solo:

Guarda il primo video sul Signoraggio Bancario;

Guarda il secondo video (un pò forte a dir la verità !! 🙂 ;

Mi sono limitato a commentare un fenomeno che da anni si stà mettendo in evidenza, cercando di capire, farti capire e tentando di stimolare alcune riflessioni da parte tua che leggi.

Sarebbe importante intervenire su questo tema con dei commenti direttamente a questo articolo in modo che chi è più illuminato possa aiutare chi desidera approfondire in merito.

n.b.: Ti consiglio di scaricare le mie RISORSE GRATUITE subito tue se clicchi qui.


7 opinioni riguardo a “Signoraggio Bancario e Valore della Moneta

  1. Anche tu con questa storia!!!!

    Molti mesi orsono un tizio, un certo scanu mi ha chiesto di parlare del signoraggio sul blog della BE. Visto che avevo intenzione di fare un corso di storia della moneta ne ho approfittato per fondere i due argomenti insieme… anche perchè spiegare il perchè esiste il signoraggio senza sapere il motivo per cui è utile non ha senso senza far sembrare che la cosa sia una truffa!!!

    Il corso era diviso in 10 parti ti do il link della prima:

    http://www.giacomobruno.it/index.php/2009/02/26/dal-baratto-al-signoraggio-parte-1/

    e poi si trovano sul blog con cadenza di circa una ogni 3 o 4 settimane.

    Le pause sono state così lunghe da far raffreddare gli animi finchè per un bel po nessuno ha più risposto, tuttavia alla fine si sono riaccesi: in particolar modo nell’ultimo.

    http://www.giacomobruno.it/index.php/2009/08/27/come-capire-il-signoraggio-bancario-parte-1010/

    Ovviamente nell’articoo finale cè la mia opinione, tuttavia prima di darmi una risposta mi piacerebbe che leggessi tutte e 10 le parti nell’ordine corretto.

    ciao e a presto.

  2. Ciao Patrizio… ti ringrazio per le risorse che lascio agli utenti giudicare…
    … mi dispiace deluderti ma non posso proprio dedicare tempo a leggere quello che hai scritto perchè ho
    da portare avanti un progetto molto importante…
    … si chiama “Movida Business” ed è un Opera senza precedenti nel campo della popolarità su internet…
    … del signoraggio sicuramente ne sai molto più di me…
    per questo mi piacerebbe se facessi un riassunto dei contenuti nel contesto del mio blog per incuriosire
    i lettori che non sono sensibilizzati all’argomento…
    senno’ mi sa che con l’aria che tira saranno veramente in pochi a cliccare sui link che hai messo in questi
    commenti…
    Grazie dell’intervento comunque
    A presto
    Michele

  3. Pingback:Tradingfurbo.net – La Ricchezza Vera con il Trading in Borsa, il Trading in Opzioni e lo Studio dell’Arte della Ricchezza » Blog Archive » Inflazione: esistono soluzioni?

  4. Ho seguito il link di patrizio e sono rimasto impressionato da quante opinioni e punti di vista (anche confortati da documenti e fonti varie) ci siano sulla vicenda tant’è che, chi non ha approfondito direttamente l’argomento, si trova un po’ spaesato.

    Che il valore dei soldi delle persone sia diverso da quanto scritto sulle banconote, non c’è dubbio (sembra l’esempio delle uova e della farina, cioè il valore d’acquisto poteva cambiare da zona a zona).

    Sulla consapevolezza di tale circostanza per le persone, ho i miei dubbi.

    Del resto, secondo me, le persone dovrebbero imparare a dare valore anche ad altre cose della vita (intendo proprio valore economico).

    Scrissi qualcosa, un po’ di tempo fa, che partiva dall’esame della consapevolezza per le persone del valore dei soldi e finiva con la riflessione sul valore della risorsa “tempo”.
    Vi lascio il link se a qualcuno possono interessare le mie riflessioni….

    Ciao Michele!!

    http://anatomiadiuninvestitore.blogspot.com/2009/11/quanto-pesano-i-nostri-soldi.html

  5. Interessanti informazioni su di un’area realmente poco conosciuta dai più, ma su cui sarebbe opportuno avere una visuale, almeno di insieme, delle relative fondamenta.

    Chi più, chi meno, tutti noi non ci basiamo più sul baratto, ma sull’uso di questi “foglietti di carta” e metalli dal valore artificialmente, sia pur con tutta la innegabile comodità correlata, aumentato!

  6. Certo … e se qualcuno più competente avesse da aggiungere contenuti interessanti … lo faccia al più presto … tutti noi ne saremmo contenti!
    Grazie a presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.