Macroeconomia e Crisi Economica Mondiale: prevedere il futuro economico della Cina analizzando il suo Passato? (parte seconda)

https://www.tradingfurbo.net/fenomeni-economici/macroeconomia-crisi-economica-cina/

cina-e-roma

Ciao, continuiamo a raccontare la storia della Cina.

L’altra volta siamo partiti dal neolitico e abbiamo visto i primi insediamenti attorno al Fiume Giallo, i primi avanzamenti tecnologici che hanno permesso un aumento demografico e la formazione delle prime città.

Abbiamo visto le prime dinastie e ci stiamo avvicinando all’anno zero, anno della nascita di Gesù Cristo, dall’altra parte del globo,  nel mediterraneo, l’impero Romano di Occidente inizia la sua campagna di espansione mettendo la prima bandierina anche in Asia.

Oggi conosceremo la storia del primo vero imperatore cinese e della dinastia Qin: te la racconterò attraverso una serie di video che ho trovato “spulciando” Google.

Ti riporto comunque la cronistoria della civiltà Cinese che è utile tenere sempre sotto agli occhi per avere un quadro chiaro della successione degli avvenimenti.

1 Preistoria

1.1 Paleolitico

1.1.1 Paleolitico Inferiore

1.1.2 Paleolitico Superiore

1.2 Neolitico

Prima di avvicinarci al periodo della dinastia Qin (nome già molto vicino alla parola Cina) ti voglio parlare di due periodi molto importanti: il “Periodo della Primavera” e degli Autunni e il “Periodo degli Stati Combattenti“.

In questo articolo arriverò gradualmente a raccontarti la parte secondo me più importante della Storia della Cina, quella della sua nascita come Embrione di quella Civiltà che ancora oggi si sta esprimendo; questo periodo è il più importante e gli avvenimenti che lo hanno determinato hanno riverbero persino nei tempi moderni e caratterizzano il percorso che la Cina moderna sta ancora percorrendo sotto la guida di un leader che come da suo desiderio non è mai morto.

Nel “periodo della Primavera e degli Autunni”(770-454 a.c.) ebbe pieno sviluppo la filosofia cinese; sorsero le Cento Scuole di Pensiero e presero vita alcuni tra i più influenti movimenti filosofici (il confucianesimo, il taoismo, il legismo e il moismo).

E’ questo un periodo di grande cambiamento geo-politico che vede lo spostamento della capitale del regno di Zhou più a Est con la nascita della dinastia Zhou Orientale. Dopo guerre “intestine” nacquero ben 7 Stati in perenne lotta tra loro: HanZhaoWeiYanQinQiChu; i prìncipi di quegli stati (Wang) continuarono solo formalmente a servire la dinastia dominante, quella Zohu ma in realtà operavano come veri e propri Stati Indipendenti.

Fu proprio la nascita di questi Stati che avviò il periodo detto “degli Stati Combattenti”, che va dal 453 a.C. al 221 a.C., in cui gli Stati emergenti lottarono tra loro per aggiudcarsi l’egemonia dell’antico Impero.

In questo periodo il ferro sostitui il bronzo come materiale bellico elettivo,  la sfera d’influenza della cultura cinese si allargò ad aree come lo Shu (l’attuale Sichuan) e lo Yue (l’odierno Zhejiang).

Da queste lotte intestine emerse lo Stato di Qin di cui i video che seguono ti raccontano la storia.

Primo video, l’unione della cina in un unico Stato guidato dall’Imperatore Ying Zheng del Regno di Qin, l’inizio della costruzione della Muraglia Cinese e l’Esercito di Terracotta:

Secondo Video, che narra la figura di Li Si e il sogno di Ying Zheng:

Terzo Video, che sottolinea l’importanza della strategia militare (clicca anche qui), l’inizio della cospirazione di Lao Hai contro Ying Zheng :

Quarto Video che racconta il fallimento della cospirazione di Lao Hai contro Ying Zheng e l’inizio dell’espazione del Regno di Qin a spese degli Stati confinanti :

Quinto Video che racconta l’attentato all’Imperatore Ying Zheng e l’inizio della sua Paranoia che portò all’elaborazione dell’Esercito di Terracotta e delle Armature in Pietra:

Sesto Video che racconta l’annientamento delle forze feudali e di ogni tentativo di dividere l’Impero in Feudi e l’amministrazione dell’Impero attraverso il Legalismo:

Settimo Video che racconta del significato della costruzione della grande Muraglia Cinese e i segreti della tomba dell’Imperatore:

Ottavo Video che racconta il progetto di Immortalità dell’Imperatore Ying Zheng, la ricerca delle isole Penglai e la distruzione delle memorie storiche:

Nono Video che racconta del peggiorare delle condizioni di salute dell’Imperatore Ying Zheng e l’inizio del declino del suo Impero:

Decimo Video che narrà la fine della ricerca dell’Immortalità da parte dell’Imperatore Ying Zheng con la sua morte e la definizione della successione al trono:

Undicesimo Video che racconta l’influenza che il Regno dell’Imperatore ebbe nel tempo fino all’epoca moderna, l’incarnazione del suo progetto di immortalità nella creazione di una Nazione (ancora oggi) unita (c’è chi dice che la Democrazia non funziona!), la costruzione della Muraglia Cinese che ne è suo simbolo e la costruzione di un Sistema Amministrativo che funziona ancora oggi:

Tanti grandi tappe della Storia della Cina devono essere ancora percorse e ci accorgiamo che l’Epoca che stiamo vivendo, i cambiamenti di questi pochi anni sono un piccolissimo tratto di una storia millenaria che ancora si sta scrivendo.

Se vuoi leggere l’articolo precedente a questo clicca qui: ci vediamo al prossimo fantastico articolo!


4 opinioni riguardo a “Macroeconomia e Crisi Economica Mondiale: prevedere il futuro economico della Cina analizzando il suo Passato? (parte seconda)

  1. Michele in questo periodo purtroppo non ti ho letto molto. Lo farò con calma. Ritengo comunque di farti dei complimenti al "volo". Se ho ben capito, operi o vorresti operare sul mercato azionario cinese e stai studiando anche la cultura e la storia di questo grande popolo, non solo per numero di persone. Bravo.
    Michè …. passando ad un altro argomento…non ti sembra che è il caso di incazzarsi, tra le altre cose, per l'aumento della tassa sul deposito titoli. Tassa iniqua e non proporzionale. Il mio mini deposito pagherà come quello degli Agnelli & C. , con il rischio nel 2013 che gli eventuali guadagni, perdite escluse, non bastino per pagare le tasse (fino a 380 €).

  2. Non sapevo di questo aggiornamento … serve per rendere questi strumenti sempre più di elite … e questo aumenta il divario tra ricchi e poveri … non sto investendo nel mercato cinese ma solo in titoli cinesi quotati al Nasdaq o al Nyse … anche se devo dire ho fatto alcuni passi falsi perchè ho dato per scontato che i dati messi a disposizione da queste società (per esempio scei, cski, chbt, cbeh) fossero veritieri. Invece queste aziende si sono rese protagoniste di frodi ossia hanno dichiarato il falso … sono state retrocesse al pink sheet e il loro prezzo è crollato … si ricomincia da questo errore che con se porta una grande lezione per la mia esperienza di Trader …

  3. Michele non è piaggeria la mia, ma ancora complimenti: sei la prima persona che vedo ammettere che in borsa si perde anche. Tutti quelli che conoscono guadagnano sempre senza mai perdere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.