Comunicazione e Feedback

https://www.tradingfurbo.net/comunicazione/feedback-comunicazione/

In questo post prendiamo in esame un argomento molto importante che è quello della comunicazione verso gli altri e verso noi stessi.

In particolare voglio prendere in considerazione l’argomento “feedback”, intendendo per feedback, qualsiasi segnale che viene dall’ambiente, interno o esterno, che ci dà informazioni relative ad una “procedura”  applicata sullo stesso.

Il feedback è uno stumento indispensabile per orientare e “riorientare” la nostra e l’altrui “posizione” in funzione dei cambiamenti dell’ambiente esterno e nostri e far in modo che si disegni una rotta ottimale.

A volte il feedback possiamo riceverlo dall’ambiente, dagli altri, a volte lo diamo agli altri o a noi stessi e in questo articolo ti voglio parlare soprattutto dell’importanza di comunicarlo nel modo giusto.

Quando noi vogliamo dare un feedback è perchè dal nostro punto di vista rileviamo nel comportamento altrui (o nostro) una procedura che può essere migliorata; di solito il feedback si fà a fin di bene, ma spesso le buone intenzioni non sono sufficienti a far si che la persona che lo riceve lo accolga in maniera costruttiva.

A volte infatti un consiglio può essere percepito come una critica fine a se stessa, cioè viene minacciato l’ego della persona che riceve il feedback, pertanto è opportuno tenere in considerazione questa possibile reazione, prevederla e prevenirla.

Un modo efficace è la tecnica del Sandwich, che purtroppo non ho inventato io, ma di cui qualcuno di Voi, sono convinto, ha già sperimentato l’efficacia.

La tecnica del Sandwich consiste nel “diluire” il sapore amaro che può avere una “critica” con due dolci fette di pane! :grin1_ee:

E cioè?

Immagina il Sandwich: è fatto di due fette di pane e di un ripieno; il ripieno è la critica o il feedback che vogliamo trasmettere al nostro interlocutore, le due fette di pane sono gli apprezzamenti che vogliamo dare per far capire a Lui che lo apprezziamo, che lo stimiamo, che riconosciamo il suo valore e che stiamo soltanto cercando di fornire dei consigli che possano contribuire a valorizzarlo ancora di più.

In questo modo bypassiamo la barriera che l’ego in automatico cerca di “sbatterci in faccia” per difendersi e il nostro feedback diventa utile, efficace e costruttivo.

Queste considerazioni che ti ho invitato a fare, servono soprattutto per chi come te e come me, nell’intento di espandersi e di realizzare ricchezza per se e per gli altri si troverà inevitabilmente alla guida di un team o di un gruppo o semplicemente viene riconosciuto come leader da altri.

Ma tu sei leader anche di te stesso: chi ti guida? Chi ti fornisce i feedback che ti consentono di correggere la rotta?

Sei tu: in ultima analisi il più importante comunicatore con te stesso sei proprio tu, i feedback ti vengono proposti in abbondanza dall’esterno, da altre persone ma poi sei tu che li rielabori, li “filtri” e li rendi operativi per te.

Si infatti: qualcuno, quando si parla di comunicazione, la intende per forza almeno a due, ma in realtà la comunicazione più importante è quella nei confronti di noi stessi.

Mia nonna diceva che secondo un detto popolare, chi parla ad alta voce con se stesso è considerato un “matto”!

In realtà parliamo continuamente con noi stessi e questa vocina che molto spesso prende il sopravvento può diventare una “VOCIONA”, e allora sorgono i problemi: ecco a cosa si riferiva mia nonna :doh_tb:.

La tecnica del Sandwich che ti ho descritto è molto efficace e può essere utilizzata soprattutto nel dialogo con noi stessi; quando a volte ci sentiamo giù, può essere intelligente e utile iniziare da quello che c’è di buono :thumbup_tb:.

Spero che questo post ti sia utile e che tu lo arricchisca con i tuoi commenti.

Michele

p.s.: se non lo hai fatto ti consiglio di afferrare subito i regali che ho preparato per te, contengono delle informazioni preziose, esegui il download gratuito da qui.


2 opinioni riguardo a “Comunicazione e Feedback

  1. Ciao michele,
    penso anch io che la comunicazione con noi stessi sia un fattore molto importante!!
    Ho 33 anni ed é da un paio di anni che ho scoperto l’ importanza di questo, prima tendevo a vivere in automatico alimentandomi di quello che l’ ambiente circostante mi aveva dato…
    Da quando ho scoperto una nuova filosofia di vita ho deciso di provare a rivoluzionare la mia vita… Mi sento ancor in working progress con alti e bassi peró sento il desirio di arrivare al mio obbiettivo!
    Grazie e un saluto,
    Andrea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.