Old Brain e decisioni di acquisto

Old Brain e decisioni di acquisto


L’Old brain è la parte del nostro cervello che decide. Le decisioni di acquisto sono istintive e sono pilotate dall’Old Brain. L’old brain è il nostro cervello rettiliano.

Questo articolo ti farà conoscere l’old brain. Potrai sfruttare queste conoscenze per triplicare il tuo giro d’affari. Leggi di più infoOld Brain e decisioni di acquisto


Furbo-Marketing: l’Old Brain e la formulazione di un messaggio efficace

Furbo-Marketing: l’Old Brain e la formulazione di un messaggio efficace


neuroscienze

[Furbo-Marketing: l’Old Brain e la formulazione di un messaggio efficace – Articolo scritto da Michele Russo]

Ciao, continuiamo in questo articolo a presentare il Furbo-Marketing e descrivere gli innumerevoli vantaggi che questo ti da nella vita quotidiana e professionale.

In questo articolo parliamo dell’Old Brain e di come influenzarlo con strategie efficaci e mirate.

Per farti capire quanto è importante saper formulare un messaggio in maniera efficace ti voglio raccontare una storia che ho letto in un libro di Neuro-marketing, questo racconto tratta di un barbone che confrontandosi casualmente con un esperto di marketing scopre il modo per incassare più soldi attraverso l’elemosina semplicemente scrivendo nella maniera giusta il cartello che di solito usa per presentarsi agli avventori.

Te la propongo così come è scritta nel libro “Neuro-Marketing: il nervo della vendita“:

<<Una sera, entrando in un ristorante di San Francisco, un senzatetto mi fermò. Portava un cartello, come si vede in giro di tanto in tanto, che riportava la seguente scritta:

messaggi-efficaci

Presentava tutti i segni dello smarrimento, soprattutto nella tristezza dello sguardo: un pover’uomo, difatti.

Non pretendo di essere particolarmente altruista ma quando un uomo in quello stato di sconforto mi guarda negli occhi, la mia coscienza mi ordina di dargli un dollaro o due.

Però, in fondo in fondo, io desideravo realmente aiutarlo ad essere più efficace nella sua azione.

Voi tutti conoscete il proverbio: è meglio aiutare un uomo a pescare che dargli il pesce.

Ebbene la sfida che si offriva al mio nuovo “potenziale cliente” era quella che si presenta a numerosi individui e, del resto, a numerose imprese. Leggi di più infoFurbo-Marketing: l’Old Brain e la formulazione di un messaggio efficace


Furbo-Marketing: l’Old Brain … l’unico Decision Maker

Furbo-Marketing: l’Old Brain … l’unico Decision Maker


comunicare-1

Ciao …

… nel precedente articolo abbiamo cominciato a conoscere la struttura orizzontale del cervello dividendolo in due emisferi, sinistro e destro, oggi descriviamo il risultato evolutivo dello stesso analizzando le tre parti e le loro funzioni specifiche.

Questo ci aiuterà a conoscere il loro ruolo nel processo decisionale e ad adattarci a questa struttura funzionale per ottenere un impatto comunicativo migliore.

Abbiamo cominciato a dire che il cervello è formato di tre parti, ora incominciamo a conoscerle analizzando nel dettaglio la loro funzione:


Interruption Marketing: Ecco perchè non funziona!

Interruption Marketing: Ecco perchè non funziona!


Ciao Caro,

in uno dei recenti post abbiamo esaminato il significato di Permission Marketing e lo abbiamo descritto nelle sue caratteristiche essenziali.

In questo articolo continuiamo a parlare di Marketing parlando della strategia contrapposta al Permission Marketing che chiamiamo “Interruption Marketing” ossia il marketing dell’interruzione.

Perchè “Marketing dell’Interruzione”?

Perchè questo Marketing scoccia e ci costringere ad interrompere quello che di bello o interessante stiamo facendo per “bombardarci” con messaggi che non hanno lo scopo di trasferirci dei contenuti ma hanno l’obiettivo di venderci qualcosa in maniera tutt’altro che rispettosa delle nostre esigenze.

In contrapposizione al Permission Marketing, l’Interruption Marketing è caratterizzato dalla standardizzazione del messaggio: viene proposto a una gran massa di utenti che stanno in questo momento ascoltando lo stesso tipo di “contenuto” con la speranza che una bassa percentuale di questi (si spera sufficienti per coprire i costi della campagna) sia sedotta e proceda a compiere l’azione voluta (che di solito è l’acquisto del prodotto pubblicizzato).

C’è da dire che l’Interruption Marketing ha dei costi insostenibili da parte di una azienda di medie dimensioni (immagina per esempio quanto potrebbe costare una proiezione di uno spot pubblicitario in prima serata su Italia 1) ed è caratterizzato da un bassissimo Roi (Return on Investiment). Leggi di più infoInterruption Marketing: Ecco perchè non funziona!


Permission Marketing o Marketing basato sul Permesso

Permission Marketing o Marketing basato sul Permesso


Permission Marketing: il marketing basato sul permesso che ottieni da un prospect (potenziale cliente) di pubblicizzargli un “contenuto” che promette di agevolare l’utente  in un campo di suo interesse.

L’espressione è stata coniata dall’esperto del New Age Marketing (Seth Godin).

Emerge già una caratteristica fondamentale del Permission Marketing che è la personalizzazione del messaggio pubblicitario: se un Prospect mi da il permesso di mandargli dei messaggi pubblicitari riguardo il “decupage” io non posso mandare lui dei messaggi che riguardano il “Trading On Line”.

Otterrei così facendo l’effettivo rifiuto da parte del cliente di ricevere ancora i miei messaggi.

Un altro concetto chiave del Permission Marketing è il valore che viene riconosciuto all’attenzione: l’attenzione è un bene prezioso al giorno d’oggi, perchè tutti hanno mille cose da fare e non hanno tempo da perdere, sono disposti a darti un minuto del loro tempo solo se percepiscono che ne vale la pena e intuiscono l’opportunità di ottenere un beneficio personale.

In questo senso si crea nel momento della concessione del permesso un rapporto di fiducia tra chi manda il messaggio e chi lo riceve, fiducia che si incrina (probabilmente per sempre) quando il ricevente viene deluso per il fatto che chi manda il messaggio non mantiene la promessa che era stata fatta. Leggi di più infoPermission Marketing o Marketing basato sul Permesso


Ideavirus: principi di propagazione

Ideavirus: principi di propagazione


Questo articolo è stato ispirato dal libro di Seth Godin: ” I piccoli saranno i primi“.

Leggo tutti i libri di Seth perchè lo ritengo una persona molto originale e creativa, a volte noiosa, ma sempre illuminante.

Credo di voler scrivere anche una sua biografia e penso che la vedrai presto comparire in prima pagina sul blog di Tradingfurbo.net.

Leggo Seth perchè ritengo che in fatto di marketing se ne intenda ed è una persona che mi piace soprattutto per la sua abitudine a pensare in modo diverso dalla massa cosa che sento molto vicina al mio modo di fare.

Oggi voglio scrivere questo articolo per chiarire a tutti il concetto di ideavirus, un concetto che può tornare utile a tutti ma che sarà sicuramente noto agli esperti di marketing o a chi si occupa in qualche modo di vendita.

L’ideavirus è una idea che messa in gioco innesca un circolo virtuoso di notorietà che si autoalimenta grazie alle persone che scelgono spontaneamente di parlarne. Leggi di più infoIdeavirus: principi di propagazione