Ecologia della Ricchezza Personale

Facilitazione Finanziaria Personale: l’alternativa al vivere senza soldi

http://www.tradingfurbo.net/vivere-senza-soldi/come-vivere-senza-soldi/

come vivere senza soldi

Con questo articolo non sto dicendo che devi per forza vivere senza soldi.

Voglio solo focalizzarti sul vero valore del denaro. Imparerai come evitare di spenderlo inutilmente e a valorizzarlo al massimo.

Vogliamo rivedere alcune abitudini, modificare alcuni aspetti dello stile di vita per dare una migliore “cerchiatura” alla nostra ruota “socio-finanziaria”, in modo che essa possa girare agevolemente e in maniera naturale evitando inutili e antiecologici sprechi di risorse e di energia.

La ruota gira, il cubo fà fatica a rotolare: vogliamo una vita tonda e non spigolosa.

Stai con gli occhi attaccati allo schermo e spegni il telefonino se ci tieni veramente alla tua salute e al tuo portafoglio.

E’ giusto godersi la vita, poichè il denaro in sè non ha valore se non per il fatto che ci permette di vivere degli stati d’animo, creare, raggiungere degli obiettivi tangibili.

Gli avari sono destinati a vivere una vita vuota, rinunciando all’appagamento spirituale, emotivo e sensoriale, solo allo scopo di avere la certezza di avere più soldi.

Ma cosa sono i soldi se non sfruttiamo il loro potere: “cartaccia” o “numeri digitali”, niente di più!

Leggi anche: Come cambiare convinzioni può aiutarti a cambiare la tua Vita

 

Vivere senza soldi non è la migliore strada per il Paradiso

 

Per sviluppare una esistenza “sana” dal punto di vista socio-finanziario occorre modificare alcune abitudini insane e parassite che minano la nostra salute finanziaria e personale.

Questo processo che ha a molto a che fare con la nostra “scala di valori” ci permette di valutare altre soluzioni che hanno un bilancio più “stimolante” tra spese e benefici.

Non c’è bisogno di sembrare ricchi agli occhi degli altri, a volte spendendo per apparire, più che per soddisfare bisogni reali, il processo di ricchezza è un processo che coinvolge tutte le sfere della vita umana: fai la cosa giusta!

Non c’è bisogno neanche di digiunare  o di isolarsi dagli altri per dimostrare a se stessi di essere un essere spirituale.

L’uomo è fatto di corpo e di spirito ed entrambi vanno “custoditi” con la normale diligenza del buon padre di famiglia, occorre responsabilità ed equilibrio.

E’ importante per noi avere la consapevolezza dell’equilibrio rappresentato dal “cerchio della vita” per poi capire quanto è importante il rapporto tra natura delle nostre abitudini ed equilibrio della persona.

E’ inutile che ti butti anima e corpo sul lavoro e accumuli tanto denaro e soddisfazioni professionali, quando il tuo matrimonio va a rotoli, gli amici non ti cercano e ti senti solo come un cane.

E’ inutile che ti privi dei piacere della vita e non ti godi il tuo tempo solo perchè devi pensare a lavorare.

E’ sano condurre la vita con equilibrio portando avanti tutte le cose a cui teniamo e che sono alla base della gioia di vivere.

Condurre la vita con equilibrio è una sfida importante che consente di coltivare l’esistenza sviluppando tutte le sfere della vita umana (affettiva, professionale, sessuale, spirituale, ecc…) portandole avanti di pari passo e dando una “forma rotonda” alla nostra vita.

Leggi anche: La parabola dei Talenti

Una alternativa intelligente al vivere senza soldi

 

L’argomento di oggi è il processo di facilitazione finanziaria personale.

vivere senza soldi

Definisco il concetto di facilitazione finanziaria pesonale, come il processo per il quale, modificando alcune abitudini di spesa, diamo un aiuto al procedimento di costruzione degli attivi che ci porta con gli anni a sviluppare la nostra indipendenza economica.

A volte il cambiamento di queste abitudini non solo fà trovare un assetto finanziario più salutare, ma ci fà raggiungere una vita più appagante.

Lo scopo di questo articolo è definire con un esempio il processo, in modo che ne venga colta la vera “essenza”, stimolando nuove prospettive di vita.

Il concetto e l’essenza del processo di facilitazione finanziaria personale diventa concreto soltanto prendendo in considerazione un caso di vita reale.

Prendiamo per esempio una coppia di pensionati che vive in città e tra le spese che contribuiscono a rendere la propria casa di proprietà un passivo, ci sono quelle del riscaldamento.

L’inverno è freddo a Modena e ogni anno la spesa per riscaldarsi è di 1200 euro.

I due non conducono una vita gran che “piena”, lui passa la notte a vedere la tv, si sveglia tardi la mattina e dopo pranzo passa tutto il pomeriggio al bar a giocare a carte e ultimamente ha l’abitudine di bere qualche bicchierino per scaldarsi dal freddo dell’inverno :drunk_tb:.

Lei va a letto presto la sera, si sveglia presto la mattina per fare le pulizie di casa e tenere in ordine (chissà quant’è pulita questa casa :thumbdown_tb:) , passa il tempo a fissare il vuoto ricordando i bei momenti passati in gioventù col marito, quando i due erano ancora innamorati :wub_tb:.

Ma che “razza” di vita è!? :sick_ee:

I due sono intrappolati in una vita che non è quella che desideravano.

I due erano innamorati e questo sentimento si è perso semplicemente, perchè si sono rassegnati a vivere una vita che non è la loro non trovando soluzioni costruttive e stimolanti per fronteggiare le circostanze ambientali non particolarmente felici.

E’ ora di cercare una soluzione più costruttiva: sarebbe utile trovare una soluzione che migliori la qualità della loro vita e che contribuisca a rendere più sana la loro situazione finanziaria.

Con i 1200 euro del riscaldamento i due decidono di prenotare un volo di sola andata ad Arraial d’Ajuda in Brasile;

il primo anno lo passano a godersi il sole, rilassarsi e per ambientarsi: la prospettiva è comperare una casa, non ad Arraial in cui i prezzi sono già alti, ma in un posto ad alte potenzialità turistiche non ancora sviluppato: identificano questo posto nella vicina Trancoso.

Leggi anche: Come diventare ricchi la storia del ricco e del povero

E la storia continua senti cosa è successo dopo…

 

Affittano un piccolo appartamento ad Arraial dove pagano solo 200 euro al mese, mettono in affitto l’appartamento a Modena ricavandone 800 euro nette al mese.

Il loro cash flow positivo è di 600 euro al mese che serve per pagare la rata del mutuo della casa che di Trancoso: un 45 metri quadri che hanno comperato a 40.000 euro prendendo a prestito i soldi in banca.

Anticipano 10.000 euro in contanti che avevano risparmiato, stipulano un muto quindicinale di 30.000 euro che comporta loro una rata di 355 euro al mese.

Il cash flow mensile ancora positivo (600 – 355) di 245 euro assieme ai soldi della pensione permette ai due di vivere una vita molto agiata e di risparmiare anche qualche soldo.

Ogni anno riescono a ricavare mediamente altri 200 euro al mese affittando a turisti l’appartamento di Trancoso e il loro cash flow migliora ulteriormente.

vivere senza soldiHanno inoltre eliminato una voce di spesa annuale per il riscaldamento (1200 euro) molto consistente, stanno sempre al caldo e la qualità della vita è migliorata notevolmente, perchè i due hanno ancora più soldi e conducono una vita più agiata: questo è l’esempio tipico di Facilitazione Finanziaria Personale.

Dopo 5 anni a Trancoso i prezzi sono lievitati del 30 per cento, perchè il turismo si è sviluppato, decidono di vendere l’appartamento e di ripetere lo stesso procedimento, acquistando una nuova casa  in un posto limitrofo ad alte potenzialità turistiche ma non ancora sviluppato, mettendolo in affitto nell’attesa che si rivaluti.

Ora i due coniugi si sentono sereni, sono rientrati in armonia, non hanno più problemi di riscaldamento, si godono il sole e gli agi senza preoccuparsi di far quadrare il bilancio e sono liberi finanziariamente.

Questo è un esempio del processo che chiamo Facilitazione Finanziaria Personale che prevede a volte di “sconvolgere il proprio stile di vita”, altre volte di apportare piccoli cambiamenti, in tutti i casi lo scopo è vivere una vita più appagante dal punto di vista spirituale, affettivo, umano e materiale, in una parola: rendere il cerchio della vita veramente tondo.

Le soluzioni che possono contribuire a migliorare la tua vita sono teoricamente illimitate e dipendono dalla tua capacità di far lavorare per te la tua mente e metterti in gioco.

Leggi anche: Cosa ha scoperto il mio amico Paolino e come ha fatto a cambiare radicalmente la sua Vita…

Se ti poni la giusta domanda otterrai più di una risposta creativa che forse sarà in grado di cambiare in meglio la tua vita per sempre.

In bocca al lupo.

Michele

p.s.: puoi immaginare “il cerchio della vita” come un cerchio diviso in spicchi, ogni spicchio è un aspetto della vita (benessere spirituale, successo professionale, successo affettivo, ecc…) in genere abbiamo degli spicchi più sviluppati di altri, perchè dedichiamo più attenzione a coltivare certi aspetti della nostra vita e così a volte gli altri spicchi si atrofizzano di conseguenza, lo scopo è arrivare ad una ruota i cui “spicchi” siano equidimensionali.

p.s. II: scarica ora le tue risorse gratuite dal sito di Tradingfurbo.net, contribuiranno a migliorare il tuo benessere personale e a stimolarti.


18 Commenti

  1. alessandro

    Ottimo , e quello che cerco si vedere intorno a me: siamo tutti condizionati da daregole emozionali che in realta ci fanno solo stare peggio!!

  2. Antonio

    Da molti degli spunti che trovo sul tuo blog, mi rendo conto che sto facendo lo stesso percorso che forse tu hai cominciato qualche anno fa in maniera consica, anche se credo di averlo cominciato anche io un po’ di tempo fa, ma in maniera inconscia. In maniera conscia questo percorso per me è partito un po’ dopo (diciamo da circa un anno, un anno e mezzo).
    Quello che tu poni come obiettivo della Facilitazione Finanziaria Personale, a me piace definirlo (non prendendomi copyright in quanto credo di averlo generato da alcune letture che ho fatto) come l'”Equilibrato Benessere” a cui ognuno di noi dovrebbe tendere (visto che raggiungerlo e fermarsi comporta in maniere automatica riportare squilibrio). Tale equilibrio si raggiunge appunto mettendo nella giusta proporzione gli “spicchi” di quello che tu chiamo “cerchio della vita”…..

  3. Patrizio Messina

    quello che dici tu è vero ma si scontra sempre con un aspetto della vita… la pigrizia!

    Questo aspetto di pigrizia mentale (non dico per tutto perchè magari le stesse persone lavorono molto e non si possono definire pigre) si chiama zona di conforto oopure bolla di conforto.

    Hai mai fatto caso che quando si va in palestra si mettono i vestiti sempre nello stesso armadietto, o posteggiamo sempre nello stesso posto ecc.? questi sono appunto atteggiamenti da bolle di conforto.

    Fare quei tipi di cambiamenti comporta rompere la bolla e questo è sconfortevole.

    Qua in sicilia molta gente è disoccupata. L’anno scorso per fare esperienza mi sono trasferito quasi 5 mesi all’estero, metà del periodo a Londra e metà in Islanda. Sono andato lì ho migliorato il mio inglese o conosciuto persone nuove e fatto esperienze anche lavorative e poi sono tornato.

    Dico sempre a persone che conosco: visto che non stai facendo nulla e hai dei soldi per le ferie, invece di spenderli in 2 o 3 settimane perchè non finanzi un periodo lavorativol in inghilterra o in francia (o qualunque altro posto) e così puoi migliorare anche il tuo cv oltre al fatto che magari ti trovi bene e risolvi i tuoi problemi? La risposta classica del pigro è: Io sono attaccato a questa terra (perchè io non lo sono n.d.a), quì ho gli amici (perchè io non li avevo n.d.a) ecc.

    Io dico sempre: la sicilia nessuno la sposta e la gente rimane quì. Quando torni fra 2 o 3 mesi sempre quì li trovi nesusno scappa!

    Fiato sprecato…

  4. Michele Russo (Autore Post)

    Sei forte… continua così!
    Michele

  5. Michele Russo (Autore Post)

    L’equilibrio nella vita è una grande meta e chi lo raggiunge è un eletto…
    … continuamente non sò per quale strana legge della natura, il nostro cervello e la nostra PNEI (psico neuro endocrino immunologia) è
    sottoposta a stimoli fuorvianti… vedi per esempio in campo sessuale che è l’esempio più “terra terra” ma anche più comprensibile da capire per tutti…
    … semplicemente ci sono stimoli che si inseriscono come una password virale nel nostro sistema e ci possono far perdere di vista la nostra vera direzione…
    … costruire secondo un progetto preciso e arrivare anche con flessibilità a raggiungere il risultato finale è una sfida quotidiana…
    non è facile, infatti non ci riescono tutti: andiamo da estremi come l’eccellenza fino ad estremi opposti fino all’annullamento dell’esistenza…
    … la cosa incredibile è che queste vite così diverse in realtà sono state create a partire da un piccolo particolare che ad un certo punto è stato diverso e che ha
    trovato un “serbatoio” fertile nella mente di chi lo ha accolto per sviluppare tutto il suo potere virulento…
    … nella vita bisogna impegnarsi a costruire… impegnarsi ad andare contro gravità e farlo nella maniera più “ergonomica” possibile…
    Su questa direzione e in ogni campo bisogna profondere i nostri sforzi.
    Forse sono andato un pò fuori tema ma non ti sei accorto che in ogni campo dell’esistenza più o meno le cose vanno sempre alla stessa maniera?
    Credo che tu abbia la sensibilità per comprendere quello a cui mi riferisco!
    Michele

  6. Anna

    Ciao Michele,

    è davvero così. Per cambiare vita è necessario essere disposti a “rimettersi in gioco” ed ampliare gli orizzonti, riuscendo a vedere nuove possibilità.

    Personalmente, sono in perenne “cammino”, e cerco ogni giorno di imparare nuove lezioni… Fra le persone che conosco vedo quante resistenze ci siano a prendere in considerazione modi diversi di usare il denaro, liberandosi da situazioni che le rendono infelici e preoccupati… come dei criceti nella ruota…

  7. Michele Russo (Autore Post)

    Criceti nella ruota? Forse conosci un tipo che si chiama Robert?
    Bene bene Anna… continua così forse un giorno ci incontreremo in autogrill per un caffè!
    Offro Io.
    Mik

  8. Roberto Consalvo

    La Storia e’ indubbiamente Bella e piena di significato, ma aihme’ puo’ valere forse per un giovane e non per una persona in pensione.

    Ad un cane vecchio non si possono insegnare giochi nuovi recitava un’Adagio, che forse non e’ molto lontano dalla Realta’.

    Credo che questo racconto debba essere un monito per tutti noi.

    Iniziare a vedere la vita da altre angolazioni puo’ soltanto migliorarla.

    Un Augurio a ciascuno di noi !

  9. walter

    fischia !… sarebbe propio la scelta giusta..

    bisognarebbe però farsi un corso di coraggio

    ciao

  10. Michele Russo (Autore Post)

    Be’ può essere un buon suggerimento per la prossima risorsa di tradingfurbo.net … bisogna solo abbandonarsi lasciarsi andare e darsi la spinta per saltare.

  11. Roberto Consalvo

    Articolo sempre giovane.

    tutti dovremmo creare il nostro percorso ed iniziare a capire dove siamo!
    esatto!

    troppo spesso ci chiediamo dove vogliamo andare senza sapere neppure da dove partiamo.

    iniziare a pensare di star bene ora e subito.

    Apprezzare cio’ che si ha in questo momento e’ sicuramente la scelta migliore per compiere miracoli nella propria vita.

    Non chiediamoci come staremmo se…?

    Guardiamoci intorno e troviamo le cose belle che abbiamo in questo momento, anche le piu’ piccole ed insignificanti.

    da questo punto avremo una grande spinta per arrivare ovunque vorremo…anche in Brasile!!

    ottimo articolo Mik!

  12. Michele

    Mi hai fatto una bella sorpresa ad averlo rispolverato … quello che dici è sacrosanto: vivere l’adesso è la ricetta per la felicità.

    Consiglio un libro:

    http://www.macrolibrarsi.it/libri/__il_potere_di_adesso.php?pn=1312

    Se non l’hai letto leggilo è un must.

    A presto!

  13. maria

    ciao!meravigliosa la tua ricetta"Queste parole sono come le carezze al cuore.Come una brezza di primavera che accarezza alberi e laghi.sciogliendo i ghiacci d'inverno,diffondendo nell'aria profumi meravigliosi….a presto maria

  14. raffa

    CIAO
    NON è UN COMMENTO…..UNA CONSTATAZIONE
    NOI ABBIAMO TROVATO IL NOSTRO EQUILIBRIO
    [IO E MIO MARITO]
    SONO QUASI 5 ANNI CHE ABBIAMO ABBANDONATO L'ITALIA
    ED UN LAVORO MASSACRANTE,FATTO DI CONTI ,BUDGET ED ETC…..
    VENDUTO CASA…..VIVIAMO IN UN ISOLA DELLE CANARIE…SOLE NATURA…….ARMONIA……..LA SPINTA PER FARE QUESTO? LIBERTA'
    LA SOLUZIONE………FARE LE VALIGIE E PARTIRE…….NON VOLTARSI INDIETRO A PENSARE AI -SOLDI -LAVORO- ACCONTENTARSI DELLE PICCOLE GIOIE DELLA VITA……RIEMPIRSI IL CUORE GUARDANDO IL MARE , LE DUNE………..LE CAPRE………

  15. Michele Russo (Autore Post)

    Grazie della tua testimonianza Raffa è una scelta di vita plausibilissima!

  16. kiara

    caro Michele… tutto meraviglioso, ma quando non hai altro che 1.000 euro di debiti da pagare ogni mese e 600 di affitto + tutto il resto immaginabile, mi dici come si può cambiare?

  17. andrea

    Ciao Michele, se posso permettermi di dirtelo sei davvero forte, ho davvero un sacco di cose da leggere che tu mi proponi e sono tutte veramente interessanti e di buon gusto anche sul piano spirituale, che almeno in quel campo ci capisco qualcosa anch'io, un grazie sincero !

  18. ANDREA

    Caro Michele hanno già detto tutto gli altri, richiesrei solo di ripetere i commenti, aggiungo solo che la tua storia va presa come esempio, come ammonimento, e si può applicare in molti altri piccoli ambiti della vita. In fondo si tratta "solo" di riuscire a guardare le situazioni da una diversa angolazione…solo ;-)

    Continua così perchè sei un grande stimolo per tutti!

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *