Ecologia della Ricchezza Personale

Archivio Tag: soddisfazione clienti

Il Precision Marketing che aumenta vertiginosamente le vendite

Questo articolo sul Precision Marketing offre uno spunto di riflessione interessantissimo sulla differenza tra visione Prodotto Centrica e visione Cliento Centrica. Parleremo di Precision Marketing ovvero del Marketing di Precisione attraverso il quale è possibile arrivare a cucire un abito su misura per il cliente attraverso l'analisi profonda dei suoi bisogni e attraverso la costruzione di un rapporto personalizzato tra l'azienda e il cliente: tutto questo è oggi possibile utilizzando dei servizi che consentono, grazie a dei software molto sofisticati, di creare un rapporto personalizzato e automatizzato con il cliente. L'azienda eCircle è leader in Europa nella creazione di campagne di e-mail marketing altamente efficaci e un numero sempre maggiore di aziende si stanno affidando a loro per incrementare considerevolmente le vendite. Grazie a dei sofisticati software è possibile strutturare una campagna di e-mail altamente personalizzata e altrettanto efficace; è possibile creare una proposta estremamente personalizzata monitorando il comportamento del cliente all'interno del sito aziendale grazie ad un sistema di "link traking": questa è la massima espressione della visione cliento-centrica di cui parlavamo nel precedente articolo. Oggi vedremo un esempio di come Tui Travel un azienda leader nel campo del Turismo ha potuto realizzare grazie allo sfruttamento del Precision Marketing, dei risultati considerevoli in termini di vendite e di incremento del proprio data-base di clienti interessati alle loro proposte (preciso che in questo post riporto in corsivo dei pezzi dell'articolo di Alessandra Merlini Colucci apparso nel numero di Marzo de il Mondo e aggiungerò eventuali mie osservazioni). Il software proposto da eCircle e che Tui ha implementato sul proprio sito studia profondamente le esigenze del cliente e ripropone continuamente davanti ai suoi occhi degli articoli, dei prodotti o dei servizi che hanno stretto rapporto con le pagine che il cliente ha navigato e che si presuppone abbiano contenuti di suo interesse. (altro…)

Il futuro del Lavoro: da una visione Prodotto-Centrica ad una visione Cliento-Centrica

Secondo una mia analisi il futuro del lavoro è rappresentato sempre di più dal mercato dei servizi e dal passaggio da una visione prodotto-centrica ad una visione cliento-centrica. Per cercare di spiegare questo pensiero sarà meglio che io definisca che cosa intendo... ... per esempio per:
  • Visione Prodotto-Centrica: è una visione aziendale incentrata sul prodotto; una azienda che produce un certo prodotto si concentra su come ottimizzare la produzione, contenendo i costi e realizzando un prodotto di altissima qualità, ma da questo punto in poi lo deve vendere e quindi deve cercare il cliente che è interessato a comprarlo;
  • Visione Cliento-Centrica: una azienda prima di proporre qualcosa al mercato, si concentra sulle esigenze del cliente, indagando profondamente su quale siano le sue necessità e i suoi bisogni, dopodichè si mette all'opera per soddisfarli al meglio;
Esaminando lo scenario di una visione prodotto-centrica: possiamo immaginare che una volta che l'azienda ha il prodotto in magazzino deve venderlo! Questa azienda in teoria dovrebbe individuare i clienti interessati a quel prodotto e "caparli" tra una massa amorfa: questo è facilmente realizzabile ad oggi con internet grazie all'indicizzazione sui motori di ricerca e alle landing page che consentono di farsi trovare dal cliente interessato e quindi di costruire delle liste di prospect altamente profilate (il tutto è spiegato nel dettaglio nella mia Opera). Se non ci fosse internet infatti, la vendita in una visione prodotto-centrica si realizzerebbe idealmente andando in giro per strada e chiedendo a tutti se hanno bisogno del mio prodotto. Mettiamo per esempio che io produca banane: andrò in giro con le mie banane in bella mostra ripetendo in                       continuazione l'invito "Vuoi la banana? Vuoi la banana?". (altro…)

Valore percepito: come ovviare all’antieconomicità

L'articolo di oggi è una riflessione sul concetto di antieconomicità e sul perchè una azienda può scegliere di commercializzare un prodotto anche se questa scelta è antieconomica. Le ragioni possono essere diverse immagino, ma oggi riflettiamo su una possibile ragione, riportando un caso reale per farti capire una possibile motivazione che giustifica una scelta antieconomica di una azienda e di una possibile soluzione all'antieconomicità che sfrutta il concetto di valore percepito. Innanzitutto definiamo il termine "antieconomico": per antieconomico, riferendosi ad una scelta commerciale o ad un processo produttivo si intende un processo che comporta dei costi che non sono completamente ripagati dai ricavi che si realizzano dalla commercializzazione di quel prodotto, questo può dipendere dal fatto che i volumi di vendita relativi a quel prodotto non sono tali da ammortizzare tutti i costi. Ma allora perchè una azienda commerciale dovrebbe scegliere di mantenere un processo antieconomico e soprattutto, nel caso questa scelta sia in qualche modo vantaggiosa per l'azienda, come si può cercare di puntare su altri prodotti per cercare di ammortizzare quanto più possibile i costi legati alla scelta anti-economica? (altro…)

Soddisfazione Clienti: come gestire un listino complesso

Gestire un listino complesso, cioè formato da tantissimi articoli, non è molto semplice.

Occorre un continuo aggiornamento e preparazione, poiché si sa, un venditore deve conoscere bene ciascun prodotto.

Conoscere bene un prodotto non significa soltanto capirne le potenzialità e conoscerne per filo e per segno tutte le caratteristiche, significa invece portare quel prodotto sul campo e testarlo nel rapporto con il cliente.

La conoscenza profonda di un listino si raggiunge quando si cerca di realizzare per il cliente “un vestito su misura” attingendo alle risorse del nostro listino e alle nostre conoscenze e capacità. :surprise_ee:

E’ un processo articolato che si basa sull’ascolto delle esigenze di un cliente partendo da una problematica che lui vuole cercare di risolvere, ascoltando le sue esperienze di successo e di insuccesso, cercando di capire i segreti dei successi raggiunti e i punti deboli delle strategie che hanno portato all’insuccesso.

Anche lui con le sue esperienze ci può insegnare molto, occorre essere disponibili ad ASCOLTARE !! :blush_tb:

Questo processo è volto ad individuare i punti deboli di una strategia del cliente cercando di capire se il nostro servizio (prodotti, esperienza e conoscenza) può apportare un contibuto decisivo. :innocent2_tb: (altro…)