Ecologia della Ricchezza Personale

La parabola dei Talenti

http://www.tradingfurbo.net/parabole/parabola-dei-talenti/

Quella che ti propongo nell’articolo di oggi è una analisi profonda dei significati racchiusi nella “Parabola dei Talenti” del Vangelo secondo Matteo e riproposta in maniera simile nel Vangelo di Luca con il nome di “La Parabola delle Mine”.

Lo faccio perchè sono convinto che nelle scritture sacre siano nascosti importanti significati che (purtroppo) molto spesso nel corso della storia sono stati travisati involontariamente o volontariamente (con uno scopo mirato) da persone o organizzazioni.

Quindi non staccare il sedere da quella sedia perché stai perché gli stimoli che stai per ascoltare cambieranno in qualche modo la tua vita in meglio.

Questo è il testo originale della “Parabola dei Talenti”:

Avverrà come di un uomo che, partendo per un viaggio, chiamò i suoi servi e consegnò loro i suoi beni. A uno diede cinque talenti, a un altro due, a un altro uno, a ciascuno secondo la sua capacità, e partì. Colui che aveva ricevuto cinque talenti, andò subito a impiegarli e ne guadagnò altri cinque. Così anche quello che ne aveva ricevuti due, ne guadagnò altri due. Colui invece che aveva ricevuto un solo talento, andò a fare una buca nel terreno e vi nascose il denaro del suo padrone. Dopo molto tempo il padrone di quei servi tornò, e volle regolare i conti con loro. Colui che aveva ricevuto cinque talenti, ne presentò altri cinque, dicendo: Signore, mi hai consegnato cinque talenti; ecco, ne ho guadagnati altri cinque. Bene, servo buono e fedele, gli disse il suo padrone, sei stato fedele nel poco, ti darò autorità su molto; prendi parte alla gioia del tuo padrone.

Leggi anche: Come diventare ricchi con la proattività

 

Continua a leggere qua sotto e scoprirai quello che non si è mai detto sulla Parabola dei Talenti.


Presentatosi poi colui che aveva ricevuto due talenti, disse: Signore, mi hai consegnato due talenti; vedi, ne ho guadagnati altri due. Bene, servo buono e fedele, gli rispose il padrone, sei stato fedele nel poco, ti darò autorità su molto. Venuto, infine, colui che aveva ricevuto un solo talento, disse: Signore, so che sei un uomo duro, che mieti dove non hai seminato e raccogli dove non hai sparso. Ho avuto paura e sono andato a nascondere il tuo talento sotto terra; ecco qui il tuo. Il padrone gli rispose: Servo malvagio e infingardo, sapevi che mieto dove non ho seminato e raccolgo dove non ho sparso; avresti dovuto affidare il mio denaro ai banchieri e così, ritornando, avrei ritirato il mio con l’interesse. Toglieteli dunque il talento, e datelo a chi ha dieci talenti. Perché a chiunque ha, sarà dato e sarà nell’abbondanza; ma a chi non ha, sarà tolto anche quello che ha. E il servo fannullone gettatelo fuori nelle tenebre: là sarà pianto e stridore di denti” (Mt 25,14-30; cfr. Lc 19,12-27)

la parabola dei talenti

La mia interpretazione della Parabola dei Talenti

 

La parabola narra di un ricco signore che prima di partire per un viaggio di durata indefinita consegna ai propri servi i propri averi e ricchezze e gli chiede di amministrarle.

Al ritorno dal viaggio i risultati ottenuti dai servi sono diversi e rappresentano l’atteggiamento diverso che persone diverse hanno nei confronti dei doni della vita.

Nella parabola viene posto l’accento sul concetto di proprietà che è un concetto effimero che ci porta a dare tante cose per scontate quando alla fine niente di tutto quello che possediamo è nostro veramente, ma lo stiamo soltanto amministrando e ne possiamo godere fino a che non arriva il momento di abbandonarlo con la morte.

Viene enfatizzata l’importanza di non dare niente per scontato nella vita, di godere di tutto quello che ci viene donato e di valorizzarlo al massimo secondo le nostre capacità e potenzialità.

Il giudizio universale se esiste è il verdetto che ci spetta nell’aldilà (ammesso che ci sia :-) per come noi ci siamo comportati nell’aldiquà di fronte alle varie esperienze della vita: per come abbiamo saputo apprezzare i doni della vita e per come abbiamo saputo affrontare in maniera costruttiva ogni tipo di esperienza.

Leggi anche: La Biologia delle Credenze e il diventare Ricchi

L’accento quindi viene posto sull’azione costruttiva che è la chiave di volta della valorizzazione dei doni del creato e della nostra Vita.

Viene invece condannata l’assenza di azione e l’ignavia che caratterizza uno dei servi e certe persone di questo mondo che decidono semplicemente di non vivere!

Bisogna allernarsi a diventare degli Eccellenti Ricevitori poichè se non siamo disposti ad accettare ogni dono che il Creato ci offre, presto questi doni scivoleranno via dalle nostre mani per andare da chi sa accoglierli a braccia aperte.

L’invidia che forse qualche volta ti è capitato di provare non è un Talento

 

La prima impressione che mi capita di osservare in chi legge questa parabola è il senso di iniquità e di ingiustizia da parte del ricco signore che decide di non consegnare a tutti le stesse ricchezze.

E’ un pò un gesto automatico a cui noi esseri umani siamo abituati: infatti molti di noi non si focalizzano sul sentimento di gratitudine per il dono ricevuto ma si impegnamo a confrontare quello che hanno con quello che hanno ricevuto le altre persone.

Questo atteggiamento genera spesso un sentimento di invidia che porta l’individuo ad agire con azioni o giudizi poco costruttivi e incentrati più su quello che hanno o che fanno gli altri, piuttosto che su quello che abbiamo noi e che potremmo fare per valorizzare il dono ricevuto e la nostra persona.

la parabola dei talenti

Se ci fosse un giudizio universale sono convinto che molti di noi resterebbero sorpresi per il “punteggio” insolitamente alto che molte delle persone che noi continuiamo a giudicare negativamente potrebbero conseguire: questo ci fa capire che noi non conosciamo completamente le persone per quello che sono veramente e che spesso i nostri giudizi sono l’espressione della povertà o della ricchezza con cui viviamo la vita.

Infatti consideriamo che anche l’apparente irrisoria cifra ricevuto dal servo meno fortunato rappresenta una cifra da investimento, per il fatto che un legionario dell’esercito romano nel primo secolo dopo Cristo veniva pagato con la somma di 30 denari al mese e che la cifra di 1 talento equivaleva a quel tempo a ben 6000 denari.

Le ricchezze non vengono distribuite dal Creato in misura uguale per tutti e questo dipende dalla gratitudine con cui sappiamo vivere la vita e dalle nostre abilità nel saper valorizzare quello che abbiamo e quello che riceviamo.

Solo concentrandoci nello sviluppo della nostra persona e delle nostre qualità morali, mentali e materiali (sviluppare le radici) possiamo aspettarci un eguale risultato riguardante la ricchezza materiale che ci viene data in consegna (i frutti).

Leggi anche: Scienze Strategiche: Strategie di Arricching

Il talento dei ricchi è valorizzare le proprie abilità

 

A ognuno viene donato secondo le proprie abilità: e quello che riusciamo a realizzare nella vita dipenderà da come ci poniamo nei confronti delle varie situazioni che viviamo e il risultato di quello che creeremo quaggiu’ sarà l’espressione in piccolo di quello che ci riserverà il Creato in altre dimensioni della nostra esistenza.

Non tutti riescono ad esprimere le proprie potenzialità o a svilupparle e preferiscono non agire, come è stato per uno dei servi della Parabola dei Talenti.

Alcuni non agiscono per paura, altri rifiutano i doni della vita perchè credono di non meritarli o di non essere adeguati a tutte le bellezze che ci propone il Vivere.

Questo porta loro a realizzare una personalità che è diversa dalla propria essenza: la personalità è il frutto dell’interazione tra la nostra essenza e le pressioni limitanti esercitate su di noi dalla gente con cui interagiamo e dai mass media che ci costringono ad essere persone diverse da quelle che veramente siamo.

Nasce così l’inabilità di valorizzare le nostre capacità o attitudini e di svilupparne delle nuove: la conseguenza è una povertà interiore che si riflette senza eccezione in una povertà esteriore (materiale).

Il “Signore” non pretende da noi gesti eroici ma neanche l’ignavia di chi di fronte alla vita decide di nascondersi e di non agire.

La figura dei banchieri rappresenta l’azione minima, l’investimento più sicuro e meno rischioso che ognuno di noi potrebbe fare.

Leggi anche: Come diventare ricchi con il pensiero positivo

Il Talento si esprime nel cercare un significato profondo nella tua condizione

 

Se ti abitui a cercare un significato profondo in tutto ciò che vivi e che ti capita avrai la capacità di migliorarti continuamente e trovare la strada per il tuo successo personale..

La vita è un investimento e consiste nel valorizzare tutti i doni che il Creato ci prospetta in relazione alle nostre capacità e alle nostre attitudini.

Il Signore come la Vita condanna il servo che decide di non agire e tutti quelli che decidono di non vivere a pieno il dono della vita per paura o perchè credono di non meritarselo.

Il dono rifiutato da una persona “rimbalza” e va a finire nelle mani di chi è pronto a riceverlo ed è per questo che ci sono nel mondo persone meno ricche e più ricche e non solo in senso materiale.

Ogni persona dovrebbe perseguire l’equilibrio tra ogni sfera dell’essere: quella materiale, spirituale e mentale!

Dimmi cosa pensi della Parabola dei Talenti e di quello che ho scritto in questo post (commentando nella bacheca dei commenti qui sotto) e se hai trovato l’articolo interessante ti invito a votarlo cliccando sul pulsante “+1” di Google Plus (lo trovi all’inizio e alla fine dell’articolo).

Leggi anche: Diventare ricco: Come diventare milionario

Conclusione


la parabola dei talenti

Dove c’è ricchezza c’è stata la capacità da parte di chi l’ha sviluppata di esprimere al meglio un proprio valore e far si che le persone potessero conoscerlo ed apprezzarlo.

Per fare si che questo accada è inutile stare con le mani in mano, è utile invece comprendere come possiamo crescere in ogni sfera della nostra vita.

La focalizzazione della nostra Energia fa crescere ogni cosa su cui noi poniamo la nostra attenzione.

Spesso il nostro errore consiste nel focalizzare questa energia nelle cose inutili, per esempio continuare a lamentarsi non va bene, è più utile comprendere come potersi migliorare.

E’ questo il succo del significato della Parabola dei Talenti.

p.s.: se non hai ancora scaricato le Risorse Gratuite che ti possono aiutare a sviluppare i tuoi talenti fallo subito cliccando qui!

p.s.2: in questo articolo viene dato risalto al concetto di “abilità di moltiplicare i nostri risparmi”, se vuoi approfondire questo argomento qui si parla di una abilità particolare

p.s.3: abbi l’accortezza di intercettare i link nascosti all’interno di questo articolo perche’ possono farti fare quel “salto quantico” che stai cercando di ottenere da un pò.

 


48 Commenti

  1. francesca

    Vero, Dio ci ha donato dei talenti. A chi più a chi meno ma li abbiamo tutti. Sono fortunatissimi quelli che riescono a sfruttarli, investirli, crederci e viverli. Vivono già felici per il semplice fatto che amano ciò che fanno a prescindere dal ritorno economico. Ci sono poi molte persone che grazie ai loro talenti guadagnano un sacco di soldi… e così è ancora più bello. Ci sono altre persone che saranno per sempre ricordate in nome del proprio talento e ciò che fanno è sempre attuale, anche se sono passati anni e anni. E' vero ce li abbiamo tutti, ma che colpa può avere uno che non sa neanche di averli perchè gli hanno tarpato le ali da piccolo o da più grande? Ci sono mille cose che possono influenzare negativamente il talento, ma chi se lo tiene per sè, senza esternarlo, è perchè non è neanche consapevole. Lo ha nascosto dentro di sè così in profondità, o glielo hanno fatto nascondere, che non sente più di averlo. E' solo colpa dell'inconsapevolezza….. di tutti.

  2. rino

    Il post è attualissimo, anche se la parabola ha 2000 anni, quindi come si vede, le leggi universali sono sempre presenti intorno a noi.
    Mi hai dato profonde informazioni su un argomento a me molto caro e molto ricercato: sono convinto che la povertà è una malattia e va estirpata con lo studio profondo di noi stessi e a lasciarsi andare nel flusso della Vita stessa, per Fare ciò che Piace veramente.
    Grazie e ti auguro una buona domenica.
    Rino.

  3. Michele

    Purtroppo i condizionamenti sono un veleno! Io da poco sono diventato papà e sono della convinzione che : "I figli crescono nonostante i genitori!" :-)
    Bisogna anche essere fortunati e incontrare persone e fare esperienze che ti fanno capire certe cose! Bisogna avere anche fiuto e grande fiducia! E' importante anche essere grati e ripetersi che siamo "Ragazzi fortunati!"

  4. Michele

    Caro Rino, grazie per il tuo commento: anche io ho le tue stesse convinzioni e sono convinto che se ognuno di noi lavorasse su se stesso secondo questa consapevolezza il mondo cambierebbe in meglio e rapidamente. Qualcosa sta succedendo ultimamente: l'informazione è sicuramente più libera di un tempo e questo stimola il ragionamento individuale … staremo a vedere!

  5. Romano

    Ci sono talenti che vivono alle spalle di chi il talento non ha e questo io lo chiamo
    talento disonesto, però sempre talento è, a volte l'onestà non esprime talento ma esprime modestia e questo è un talento che augurerei a tutti come modo di vivere.

  6. Michele

    Ciao Romano, grazie per il tuo commento che in parte condivido … secondo me ognuno di noi dovrebbe perseguire l'equilibrio tra tutte le virtù e non eccedere mai in una a discapito di un altra … ne approfitto per dire che l'articolo su La parabola dei Talenti è stato ispirato da una serie di video di un ragazzo marchigiano di nome Matteo Montesi … che apprezzo molto nonostante non condivida appieno tutti i suoi messaggi e convinzioni … vi invito tutti a guardare il mio video di risposta ai suoi video su youtube e a postare qui i commenti al fenomeno e ai messaggi che porta:

    http://www.youtube.com/watch?v=AtptTiMflpU

  7. Michele

    p.s.: questo articolo resterà in Home Page fino alla fine di Agosto quindi datevi da fare con i commenti tenendo viva la discussione … io da parte mia risponderò ad ogni commento!

  8. Pippo $

    Michele ..che dire, se non “complimenti”, ad una persona eclettica come te che, con cognizione, passa dalla cultura cinese alle sacre scritture.
    Io sono ateo, quindi per me le sacre scritture sono un libro, come l’Iliade, l’Odissea e la più recente Divina commedia di Dante. Letture a cui purtroppo, dico purtroppo, ci obbligavano a scuola, diversamente apprezzate oggi.
    Riguardo le sacre scritture, mi risulta che la Chiesa cattolica vieta la loro interpretazione ai singoli lasciandola ai sacerdoti nei confronti dei fedeli. Quindi …attento a non essere scomunicato, anche quando metti in dubbio l’esistenza del giudizio universale . :-D
    Quanto a collegamenti, o parallelismo come preferisci, tra ricchezza morale e spirituale si potrebbe parlare a lungo sugli investimenti vaticani dell’ospedale S.Raffaele di Milano, oggetto di cronaca di questi giorni per il suicidio del suo direttore.
    Sulle risposte, leggo che è nato da poco il figlio di cui, qualche mese fa, ci avevi comunicato la felice attesa: rallegramenti a te e signora naturalmente.
    Convengo con te che “i figli crescono nonostante i genitori”. Con certe qualità ci si nasce. Non corrisponde al vero, come riportato da qualche libro, che è la famiglia che le fa esprimere. Conosco più sorelle nella stessa famiglia che hanno personalità diversissime fra loro, se non opposte.
    Saluti a te e tutti gli altri amici del tu blog (si dice cosi?).

  9. Michele

    Ciao Pippo … grazie per i complimenti : quando hai passione succede questo ed altro e tutto è entusiasmante! La consapevolezza libera dalla nebbia visiva! Da li si comincia a costruire! Complimenti e a presto!

  10. MARCo

    Molto interessante questa parabola ,che per la verità già conoscevo.
    Sono d'accordo anche con le tue personali considerazioni.

    Insomma possiamo anche affermare che se piove sempre sul bagnato,non è un caso,ma il frutto della nostra intraprendenza .
    Non dirò niente di più sul potere della gratitudine e della sua grande importanza :)

    E' la prima volta che passo sul tuo blog, mi sa che farò un approfondimento

    Grazie :)

  11. Roberto Consalvo

    noto che in molti sono dell'idea che il povero uomo che ha sotterrato i Talenti sia da punire.

    rifacciamo la domanda ed apriamo un dibattito:

    avete 10.000 euro a disposizione.

    cosa fate per aumentare il vostro Patrimonio?

  12. Michele

    Ehi Roberto … come ti dissi "dove vuoi andare a parare ? :-) :-)" io di sicuro li investo … in questo momento il meglio che posso fare per le mie capacità è investirli in azioni nel mercato USA … oppure potrei investirli per aumentare la redditività del mio sito internet in qualche modo … dovrei seguire comunque un piano. Tu che mi dici invece? Tu come li investiresti?

  13. gianmario almerighi

    Nella parabola manca quello che ha investito e ha perso tutto o in parte la cifra. Ma prendiamo la storia come metafora, perchè la soluzione che il "Padrone" riferisce al "Servo", e cioè quella di mettere i soldi in banca per avere un minimo di profitto, non è oggi praticabile. Sia per l'inflazione, sia perchè chissà se la ritroviamo la banca. Con interi stati che stanno fallendo oggi.
    Penso che l'investimento migliore è su noi stessi, nel senso di investire in quello che si sa fare meglio, qualunque cosa sia. Io, ad esempio, sono un grafico. E ho da poco rinnovato la "strumentazione" e partecipato ad un corso di aggiornamento.
    Se proprio si vuole investire "alla ventura", io investirei in oro (con le dovute cautele). Non mi riferisco a pezzi di carta o contratti che attestano che sei il possessore. Ma proprio all'oro fisico : con la destra paghi e con la sinistra prendi il metallo. Certo rimarrebbe il problema di non tenerlo in casa (come i soldi del resto), ma è qui che entra in gioco la "creatività".

  14. gianmario almerighi

    Ho dimenticato di scrivere che nemmeno in banca nella cassetta di sicurezza potremo stare tranquilli.I tempi sono quelli che sono e l'Italia è quello che è.

  15. Michele

    Gianmarco: +++++ ma se uno ha talmente tanti soldi che non li può in un solo colpo investire su se stesso ? Quale sarebbe un altra possibile idea? Noi qui siamo in cerca di idee brillanti o di esperienze concrete? C'è qualcuno che vuole condividere le sue conoscenze e/o le sue esperienze per illuminare gli altri? Grazie bel commento!

  16. Michele

    Scusa volevo scrivere Gianmario

  17. gianmario almerighi

    Bè, si parlava di un investimento di 10.000 euro, non sono poi così tanti soldi. Se uno riesce a raddoppiare o triplicare questo piccolo capitale nel breve….non lo va a dire in giro. Sia perchè con le nostre regole difficilmente si può rimanere "puliti", sia perchè potrebbe trattarsi di qualcosa di specifico da non essere alla portata di tutti.
    Avendo a disposizione un capitale molto maggiore il discorso cambia, ma cambia anche il rischio.
    Ho avuto la fortuna di poter vivere quasi 10 anni in un paese tropicale (e molto turistico) e posso dire con certezza (ma non per esperienza diretta) che il classico ristorante italiano ancora paga molto bene. Lo stesso dicasi per un Hotel (di una certa classe però). Si parla comunque di circa 70.000 euro per il ristorante e di circa 200.000 per l'Hotel, dipende quanti soci ci sono all'interno.
    Investire queste cifre in Italia con i tempi che corrono e aspettarsi un ritorno monetario decente…io non lo farei.
    Ma lasciamo la parola ad altri. Il blog è interessante. Non mettiamo limiti alla provvidenza.

  18. Michele

    Intanto grazie dei tuoi commenti Gianmario perchè sono molto interessanti …

    Io darei spazio alle idee più stravaganti ( e non vi preoccupate di sparare "cazzate") il BrainStorming è proprio così che si fa … che ne so investire nell'acquisto di stock di lamette Gilette Mach 3 per abbassare il prezzo di acquisto e rivenderle poi direttamente agli amici … cioè diamo spazio a tutte le idee senza preoccuparci di quanto siano grandi o piccole e senza preoccuparci (nel limite) dei problemi burocratici o legislativi … il BrainStorming si fa a sparare!

    E il BrainStorming è bello quando coinvolge tantissime persone : quindi inviterei i partecipanti di questo BrainStorming a coinvolgere altre persone (amici, parenti e non) … oggi abbiamo i Social Network che ci permettono di coinvolgere con un click migliaia o milioni di persone … perchè non li USIAMO!? Questo articolo potrebbe essere più importante e globale di quanto immaginiamo e stimolare l'intelligenza collettiva.

    Forza allora CONDIVIDETE e COINVOLGETE ALTRE PERSONE in questa PAZZA ricerca di IDEE.

  19. Roberto Consalvo

    dove vuoi andare a parare?? ahahah

    ottimi i commenti!
    per quanto riguarda il servo "cialtrone e infingardo" anche se a mio avviso era semplicemente a corto di idee…

    il padrone gli riferisce probabilmente che avrebbe fatto meglio a metterli in banca..quantomeno li riavrebbe avuti con un minimo di interesse…

    io opterei per le Aste Mobiliari.

    con 10.000 euro si potrebbero acquistare svariati beni per poi essere rivenduti.

    probabilmente dapprima cercherei eventuali acquirenti per i pezzi voluminosi e successivamente reperirei qualche stocchista per rivendere il resto.

    attendo vostre rispo.

  20. Roberto Consalvo

    Ciao Gianmario!

    alberghi ed hotel all'estero potrebbero essere indubbiamente una buona idea.

    un'amico ha acquistato casa a S.Domingo e dopo vari viaggi una persona del luogo gli ha offerto di divenire socio del suo locale.

    la cifra si aggira intorno ai 20.000 euro ma poi occorrerebbe qualche altro spicciolo per migliorare l'aspetto e rilanciarlo in quanto non e' frequentatissimo.

    ovvio che poi diviene tutta una questione di Testa e di provvidenza.

    tenti e vedi come butta, poi se hai anche un filino di fondoschiena bene venga!

    ,,,hey…ma le idee?

    suvvia!!! spremete le meningi!!

    in romagna c'e' un personaggio che ha guadagnato una fortuna con l'antifurto con le palle, poi con le cinture di sicurezza per auto ( i primi tempi che diventarono obbligatorie per tutte le auto), gli antiturbo ( per frenare il vento che entrava nell'abitacolo)…

    tentare, tentare, tentare!!

  21. Roberto Consalvo

    http://www.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fwww.brainprovider.com%2Fmain%2Findex.php%3Fid_pag%3D4&h=4AQCx-jxWAQCOGYNfsimb1dLNpRyDol7Czu7kVc5FCAWtyQ

    qui potete trovare le idee create dal personaggio di cui vi parlavo.

    ed e' sempre in cerca di altre idee!

  22. Pippo $

    ragazzi…oggi che le borse sono a picco e la capitalizzazione di solide aziende italiane (almeno credo) sono ai minimi, come si sarebbe comportato il servo infingardo e malvagio? Avrebbe sotterrato il soldo o avrebbe acquistato azioni?

  23. Michele Russo (Autore Post)

    Spero che abbia acquistato azioni … ma per investire in questi strumenti mobiliari occorre conoscere le regole del gioco e soprattutto quello che si acquista poichè anche se il mercato offre uno sconto i business promettenti rimangono tali e i business mediocri rimangono mediocri.

  24. Roberto Consalvo

    eh no…

    afferrare un coltello quando cade e' uno sport rischioso!

    meglio attendere che si calmino le acque.

    la tentazione di acquistare a sconto vi e' sempre.

    e' calato molto….
    ..ma quanto potrebbe calare ancora?

    ftse mib a 16.000 e rotti..

    e se arrivasse a 13.000….. e se rompesse anche quel supporto?

    meglio attendere qualche cambio di trend deciso e perdere qualche punto!

  25. Michele

    Ottima metafora quella del coltello … Roberto ha dato un consiglio molto saggio!

  26. Pippo $

    Roberto, penso sia giusto il tuo consiglio. Non nascondo di essere stato tentato di mediare il prezzo in carico di qualche azione in perdita in questa fase di ribasso. Fortunatamente non l'ho fatto perchè stanno scendendo ancora! Rimaniamo in attesa, e chi prima pensa di aver percepito il cambio di trend lo dica.
    saluti a tutti

  27. Roberto Consalvo

    piu' che un cambio di trend potrebbe esserci un rimbalzone.

    come siamo scesi con violenza si potrebbe fare altrettanto.

    il problema e' che siamo in mezzo agli squali.

    fanno credere e poi ti scannano!!

    una media a 21 periodi potrebbe "e ripeto potrebbe" aiutare.

    fintanto che il titolo rimane sotto… Flat!

  28. Michele

    Bravo Roberto, buone osservazioni. p.s.: che cosa vuol dire "infingardo"? :-)

  29. Roberto Consalvo

    e' una persona falsa, che mente.

  30. Michele

    Non conoscevo questa parola: grazie mille! INFINGARDO?!? Adesso lo userò per un mese almeno, diventerà il mio tormentone estivo! :-) :-) Io faccio così con le parole nuove: mi entusiasmo e le ripeto almeno un mese di fila! :-):-)

  31. Roberto Consalvo

    ahahha…Grande Mik!

    io invece da quando sono stato in Ferie ho sempre in Testa "Danza Kuduro…."

    si sente ovunque,,,, ahha

  32. Michele

    Io invece da quando è nato Pablo sono fuori dal mondo … non ho molti contatti con il mondo esterno … non seguo neanche i telegiornali … non faccio molta vita mondana … ma va benissimo così … ogni momento è bello basta saperlo apprezzare! E questo è un momento bellissimo!

  33. Pippo $

    Michele, te lo dicevamo dieci mesi fà che un figlio cambia la vita…quando sono piccoli è il momento migliore poi…beh ne riparleremo.
    A proposito, chi ha ispirato (te e signora) per il nome ? …Picasso o Neruda? .. comunque carino

  34. Michele

    Eh già … ma io lo immaginavo … ma adesso ci sono dentro … va benissimo così! L'ispirazione è arrivata da sola e poi abbiamo visto "Il Postino " di Troisi in cui c'era la storia dell'esilio di Neruda. Consiglio a Tutti di vederlo!

  35. Pippo $

    Le borse vanno a picco. Che fanno i trader?
    …e i cassettisti stanno alla finestra, memori di chi nel'29 in America si buttava di sotto per le perdite subite?

  36. Michele

    Beh … potrebbe essere il momento di chi ha liquidità da parte! Se dai una occhiata al mercato Usa con uno stock screener (Qui ti dico come si fa: http://www.tradingfurbo.net/YFVI/Yahoo%20Finance%20Value%20Investing.html) ci sono diverse occasioni interessanti cioè business ottimi a sconto! Soprattutto nel settore dei tecnologici (Nasdaq) … potrebbe essere il momento di fare la spesa?

  37. Pippo $

    Grazie Michele, guarderò il tutto con calma e attenzione.
    Hai letto i giornali? Il "Fatto quotidiano" riporta le dichiarazioni di un operatore finanziario che riferisce di molti uomini stanno trascurando le loro signore al mare per contattarlo in continuazione al cellulare in apprensione per le proprie azioni. …no comment

  38. Michele

    E' inconcepibile! In preda all'emotività e allo stress si perdono di vista i veri valori della vita che da sempre non potranno mai subire svalutazione! Una raccomandazione: attenzione a questi aspetti fondamentali della vita … la ricchezza non si misura solo in oro o in banconote!

  39. Roberto Consalvo

    come da post sopra …i 16000 li abbiamo persi ed i 13000 non sono poi un miraggio!!
    per cui se volete investire…fatelo con Giudizio!!

    e ricordateci che siete sul giusto sito!

  40. vittorio

    E grande Michele , anche questa volta hai colpito nel segno . Nella parabola dei talenti purtroppo mi sono riconosciuto in quel servo non tanto per i soldi che ha nascosto in quanto alla sua non azione in qualcosa di piu' reditizzio.Mi sono riconosciuto nel significato della parola ignavio in quanto in questo periodo so quello che voglio ma non sto agendo per paura.La cosa che mi ha fatto star male è proprio il significato della parola ignavio ossia non agire stare a guardare .Questo tipo di atteggiamento non è onesto nei confronti miei e nei confronti di un'intera societa'.E per chi crede come me in Dio sa che non è un bel comportamento.Grazie Michele per avermi fatto riflettere cosi' nel profondo.Si sempre chiaro e trasparente nel dire come sono e stanno le cose , solo dicendo la verita' si possono aiutare le persone. Grazie

  41. salvatore

    Molto interessante la parabola dei talenti rispecchia molto la vita reale chi ha tanto e chi poco. Ma anche avendo poco si deve comunque sempre cercare di farlo diventare tanto . ciao michele sei un grande ciaooooooooo

  42. Michele

    Ciao Salvatore … è vero è molto interessante scoprire che le letture antiche nascondono sempre delle lezioni attualissime … sono come un Oracolo: ci aiutano a guardare dentro di noi e a riflettere. Secondo me è un post che meriterebbe più "Mi piace!" e più "+1" per essere divulgato. La consapevolezza deve essere accesa.

  43. luigi

    Ciao, commento molto interessante su questa parabola che conosco bene, perche trovo i vangeli una scuola di vita e di incipit eccezionali. In questo momento non ho tempo ma ti scriverò fra non molto qualche mio pensiero che magari potresti trovare interessanti. Grazie ciao Luigi

  44. Michele Russo (Autore Post)

    Ok aspetto con curiosità!

  45. omar

    ciao a tutti sono nuovo di qui!!! se avessi 10.000 € di certo costruirei il mio progetto segreto che gia da qualche anno è nascosto in un cassetto… be si tratta di un motore che funziona con l'aria compressa in grado di autoalimentarsi all' infinito o meglio fino alla rottura… anche se avrei paura a presentarlo… energia pulita a costo zero… che ne penseranno i colossi del caro vecchio petrolio???

  46. Tierry

    ciao Michele e amici …, in questi giorni ero "costretto" in casa causa piccolo intervento .. e come da parecchio tempo, stavo riflettendo sul fatto di dare una svolta alla mia vita professionale… passare da dipendente a libero professionista per essere io "il comandante della mia nave". Leggendo la parabola con tutti i suoi commenti ho percepito dentro me ancora più stimoli e benzina per intraprendere questo passo.
    Colgo l'occasione per chiedereTi un consiglio su come e da dove un principiante possa iniziare l'aprendistato per imparare a fare trading online.
    grazie

  47. Michele Russo (Autore Post)

    Semplicemente penseranno che se non ci guadagnano non sono interessati ad investirci! Purtroppo ! Sai quante tecnologie di questo genere sono nascoste nei cassetti?!

  48. Michele Russo (Autore Post)

    Ciao Tierry … incomincia con Trading on Line Success Kit poi vedrai che l’appetito vien mangiando :-)

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *