Come valutare la convenienza di un investimento? (Seconda Parte)

https://www.tradingfurbo.net/mercato-immobiliare/come-valutare-un-investimento/

Nel precedente articolo abbiamo incominciato a delineare lo scenario che caratterizza l’intenzione da parte di un individuo di investire dei soldi in un progetto.

La consapevolezza è sempre il primo passo per superarsi e lo è soprattutto quando ci misuriamo con qualcosa di sfidante, per questo nel precedente articolo ho cercato di introdurre dei concetti fondamentali come passività, attività, break even point, cash flow ecc …

L’articolo di oggi chiude un po’ l’insieme dei concetti che è necessario padroneggiare prima di intraprendere un investimento o un qualsiasi business.

Per conoscere la qualità di un investimento serve un calcolo preciso: un investimento non può essere fatto in base a sensazioni.

“Me lo sento è una occasione!” sono le frasi che mi capita di sentire e che io stesso ero portato ad affermare.

Tutto è cambiato da quando ho letto i libri di Robert Kiosacky e ho iniziato il mio percorso formativo che mi ha portato tra le altre cose alla realizzazione del Blog di Tradingfurbo per il mio bisogno di condividere con te le scoperte che facevo ogni giorno.

Ho scoperto che per stabilire se un investimento è più o meno vincente è necessario fare un calcolo preciso: questo calcolo ci dirà per esempio se questo investimento è per noi una passività o una attività, quanto e come inciderà sulla nostra situazione finanziaria, in quanto tempo riusciremo ad ammortizzarlo (più avanti ti spiego che cosa intendo con questo termine) e quanto è il nostro ritorno sull’investimento.

Stabilire queste caratteristiche ci permette un confronto tra diversi tipi di investimento e ci consente di “giudicare” questo più appetibile rispetto ad un altro.

Abbiamo visto nel precedente articolo la differenza tra passività e attività e come è importante sapere se l’incidenza netta periodica, ad esempio mensile, dell’investimento dia come risultato un entrata liquida nel nostro conto corrente.

Solo se l’incidenza è positiva si può parlare di attività: a questo punto sappiamo che la scelta di investire migliorerà sensibilmente la nostra situazione finanziaria e saremo sicuri di intraprendere questa strada.

E’ il calcolo che ci fa stare sereni e il calcolo ci permette di includere un eventuale margine di sicurezza che è una sorta di paracadute che ci “salva” se le cose dovessero andare male.

L’espressione numerica dell’investimento è anche l’immagine dell’emozione con cui vivremo questa “avventura” e se l’emozione è estremamente positiva abbiamo trovato un buon affare.

Per ammortamento dell’investimento si intende il processo di estinzione di ogni forma di debito riguardante l’acquisizione in toto della proprietà del bene oggetto dell’investimento.

Potremmo dare a questo processo delle connotazioni diverse in base alle caratteristiche del pagamento che decidiamo di scegliere: se per esempio decidessimo per assurdo di pagare tutto in contanti all’inizio, per periodo di ammortamento si intenderebbe il tempo che è necessario per rientrare di quella spesa e riavere in mano tutto il capitale inizialmente impiegato.

Se invece decidessimo di utilizzare un finanziamento, il periodo di ammortamento sarebbe il tempo necessario per estinguere il prestito e annullare l’obbligazione contratta con il finanziatore (per esempio estinguere il mutuo con la banca).

E’ chiaro che anche se avessi tantissimi soldi in contanti, sarebbe comunque conveniente attingere a fonti di finanziamento.

Il finanziamento infatti rientra nel quadro del calcolo della convenienza dell’investimento e determinando l’incidenza periodica (ad esempio mensile) di questo rispetto alla rendita che deriva dall’investimento possiamo stabilire qual è il cash flow derivante da questo business.

Se il cash flow è positivo il nostro investimento è una attività e possiamo tranquillamente impegnarci con esso.

Se il cash flow è negativo possiamo cercare di intervenire modificando le caratteristiche del finanziamento o impiegando in altro modo questa attività, se non c’è verso di ottenere un cash flow positivo devi proprio lasciar perdere e andare a cercare qualcos’altro perché quello che hai davanti è una PASSIVITA’.

Nel prossimo articolo voglio mostrarti un esempio concreto per meglio comprendere queste dinamiche con l’intento che tu cominci ad applicarle alle varie idee che ti vengono in mente.

 

p.s.: utilizza pure la bacheca dei commenti che trovi qui sotto per esprimere la tua opinione su questo articolo
p.s.2: sentiti libero di condividere questo articolo con i tuoi amici interessati e nei Social Network più famosi (“Share The Wealth”);

13 opinioni riguardo a “Come valutare la convenienza di un investimento? (Seconda Parte)

  1. direi che hai colto nel segno Michele.

    Leggere aiuta il cervello a pensare.

    Sono in molti a credere che un libro ti cambi la vita, e forse e’ vero.

    non nell’immediato, ma con il tempo ti apre la mente.

    ti aiuta a pensare ed a vedere cose che prima non avevi visto,

    un libro vale molto di piu’ di quello che realmente costa, che sia un libro cartaceo o un’ ebook il suo valore e’ indubbiamente maggiore del prezzo di copertina.

    sono molti i libri che mi hanno aiutato a riflettere ed a migliorare le mie finanze.

    a volte anche poche righe possono accendere una lampadina nel nostro cervello per iniziare percorsi che mai ci saremmo immaginati.

    siamo ad un punto della nostra vita per scelte che abbiamo fatto in passato.

    se vogliamo migliorare e crescere dovremo sin da oggi fare nuove scelte !

    Il denaro si crea con gli investimenti e con le idee.

    le idee spesso arrivano dalle nostre letture o dalle esperienze nostre o altrui .

    Buoni Investimenti a tutti .

  2. Cari amici,
    spesso, a ragione, siete molti profondi nei vostri ragionamenti economico-culturali che faccio fatica a seguirvi. Non so se sia il termine adatto io sono purtroppo più pragmatico, più terra terra, tanto per farvi capire. Per esempio oggi mi stò chiedendo se sia ennesima fregatura dell’Enel (io sono già rimasto fregato nella privatizzazione del ’99) per i piccoli risparmiatori l’offerta in borsa dei titoli di “Enel Green Power” . Tutto tenendo conto che ai prezzi attuali i titoli della casa madre (Enel) valgono in borsa 7 volte i profitti, quelli della controllata per le rinnovabili (Enel Green Power) vengono venduti ad un prezzo che è 15 volte l’utile netto. Che ne pensate?
    Comunque bravi, mi sforzerò di seguirvi nei vs ragionamenti per migliorare lamia cultura finanziaria.

  3. Ciao Pippo.

    Enel sta svolgendo una Pubblicità enorme e sicuramente riuscirà ad attrarre molti capitali.

    io a pelle non sono molto propenso ad acquistare a scatola chiusa, ma se dovessi acquistarle approfitterei dei primi giorni successivi alla collocazione per vendere.

    se riusciranno nell’intento mediatico che si sono preposti attireranno molta attenzione e probabilmente il titolo ne beneficera’ nelle giornate successive.

    ovvio che e’ una mia supposizione.

    si fatica gia’ a capire i titoli “Grafici alla mano”..

    non avendo nulla…. non mi fido molto.

    l’unico mio dubbio e’ un solo…

    siamo certi che la moda dell’energia pulita non sia solo “Una moda momentanea” e per giunta speculativa…??

    spero di sbagliarmi.

    Saluti.

  4. ..sono d’accordo con voi …ho deciso, se mai mi avesse sfiorato il dubbio, di non acquistare titoli Enel green Power.
    Una curiosità, ma voi che titoli avete o vorreste avere e con che frequenza fate trading…. potete anche non rispondere, continuerò a seguirvi ugualmente!

  5. Ultimissime-
    L’Enel ha tolto la sua Pubblicità al “Fatto Quotidiano” perchè nei suoi articoli non era stato molto convoincente verso i propri lettori ad acquistare le azioni Enel Green Power.
    Purtroppo è così…non parli bene di me, ti tolgo i finanziamenti. I consigli di Berlusconi docet.

  6. Io non sono assolutamente attratto da questo titolo perchè personalmente credo che la questione dell’energia alternativa per ora sia solo oggetto di speculazione e poi perchè non ho notizie sufficienti su questo business … c’è così tanta scelta che non vedo perchè bisogna fissarsi e “innamorarsi” di un titolo…

  7. Fai bene … almeno finchè non avremo più informazioni su questo tipo di attività (o passività) … meglio aspettare … per il solo fatto che hanno fatto pubblicità, in questo momento il titolo potrebbe essere sopravvalutato…

  8. Michele hai ragione, bisogna aspettare. Non si sa bene quanto incida la percentuale di produzione eolica e solare sul totale. Questi due tipi di energia rispetto all’idroelettrica e geotermica infatti sono convenienti perche usufruiscono di sovvenzioni. Qualora queste venissero a mancare, sarebbero energia attualmente costosississime. La loro produzione poi non può essere riferita alla potenza installata in quanto legate alla presenza di sole e di vento, quindi non è possibile stabilirla a priori.
    Poi cari amici, l’Enel si pubblicizza ingannevolmente come un’azienda “verde” poi spinge per fare le centrali nucleari!

  9. ciao Pippo.

    la frequenza del trading e’ molto relativa.

    io opero su titoli, cfd e forex.

    sui titoli cerco di muovermi con maggior cautela.
    li tengo anche diversi mesi se ne vale la pena.

    invece per quanto riguarda il forex faccio anche operazioni in giornata.

    i titoli che preferisco sono americani in quanto si muovono maggiormente.

    Cross valutari eur/usd

  10. Sono d’accordo ! Anche io nel Trading mi sono spostato da operazione a breve termine a operazioni di lungo periodo. E’ sempre piu’ viva in me la convinzione che quando investo lo devo fare in business e non in titoli. Non so se mi spiego!?

  11. Ah questo poi la dice lunga e da un ulteriore indizio su come l’ “investitore intelligente” dovrebbe comportarsi con questo titolo. No comment!

  12. Pingback:Trading On Line, Investimenti, Guadagno e Studio dell'eccellenza personale! » Blog Archive » Valutazione di un Investimento: Come valutare la convenienza di un investimento (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.